Come far crescere la barba

primo piano barbaGià da un paio d’anni è prepotentemente tornato di moda l’uomo con la barba, ma moda o meno per noi uomini ha un significato speciale: quasi tutti i grandi eroi ed i grandi saggi del passato infatti sono spesso stati ritratti con una folta barba e sono sicuro che l’idea di provare a resistere al rasoio per un po’ e di vedere come si sta con il volto contornato ci è venuta a tutti almeno una volta. Siccome a me l’idea è venuta più di una volta, ad un certo punto ho deciso di provarci.


Da dove iniziare

Come iniziare direi che è abbastanza intuitivo: si inizia sempre dal riporre il rasoio da qualche parte e ci si arma di pazienza. Il primo step per far crescere la barba è infatti quello di smettere di radersi e di attendere; soprattutto se è la prima volta che lo si fa non ci sono scorciatoie.

Purtroppo il fattore che maggiormente influenza la crescita della barba è la genetica, sulla quale noi non abbiamo controllo: se questa ci aiuta ci vorrà pochissimo tempo, se ci è invece avversa potrebbero volerci anche un paio di settimane prima di poter iniziare a chiamarla “barba”. Aggiungo subito anche che una piccola percentuale di noi purtroppo non ha possibilità di avere una barba soddisfacente (in realtà un aiuto potrebbe essere dato da un farmaco anticalvizie che non starò qui a menzionare, in quanto farmaco dovete prima chiedere al vostro medico!).

I problemi principali con cui bisognerà convivere durante questo primo periodo di stop alla rasatura sono soprattutto due: il primo è che effettivamente durante il primo periodoi sarà difficile dare un look preciso alla barba, il secondo è che per un paio di settimane a lavoro, all’università e tra gli amici dovremo sopportare la domanda “ma ti stai facendo crescere la barba?”


Come prendersi cura della barba in crescita

prodotti per la cura della barbaIn realtà i due problemi di cui parlavo prima non sono gli unici, ma gli altri possono essere affrontati in modo concreto, con accortezze e prodotti specifici per prendersi cura della barba che cresce. Questa fase è fondamentale in quanto può massimizzare i risultati.

Il primo problema a cui andremo sicuramente incontro è il prurito: inutile girarci intorno per le prime due settimane ci sembrerà di avere delle spine in faccia. Una buona spazzola non solo ci darà sollievo ma permetterà anche che la barba cresca il più regolare possibile. Questo momento iniziale in cui i peli della barba sono ancora corti è anche il momento perfetto per iniziare a nutrire la nostra nuova amica con olii specifici che aiutano a tenere la barba morbida ed il viso ben idratato. Spazzola e olio saranno i vostri più fedeli compagni nella cura della barba, indipendentemente se vi trovate nelle fasi iniziali o avete già una folta chioma.

Mano a mano che la barba cresce diventa fondamentale anche il lavaggio. Non fraintendetemi, l’igiene è sempre fondamentale ma vedrete dopo due settimane di crescita della barba come sentirete da soli la necessità non semplicemente di lavarsi il viso come si fa quotidianamente (e più volte al giorno) ma di anche di fare un vero e proprio shampoo, seguito dal balsamo. Cercate anche di asciugare sempre tamponando con un asciugamano e senza frizionare.

Infine, ma non per importanza, anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella crescita della barba e non solo, potrete utilizzare la scusa anche per migliorare il vostro benessere generale.
Alimenti ideali per la crescita della barba sono quelli ricchi di proteine, dando la preferenza alle carni bianche, al pesce ed ai legumi, e la frutta secca, ricca di grassi buoni. Non devono mai mancare poi i vegetali in abbondanza, per garantirsi il giusto apporto di vitamine e di altri micronutrienti fondamentali.

Una volta passate due settimane circa se abbiamo seguito tutti i consigli indicati avremo una barba abbastanza lunga da poter essere modellata e contornata. Sarà quindi fondamentale trovare il proprio stile, non solo in base ai propri gusti ma anche in base alla forma del vostro viso ed al tipo di barba di cui siamo dotati. Le prime volte può essere utile rivolgersi ad uno dei tanti barbieri, o come va di moda chiamarli adesso, ad un barber shop, dove un professionista saprà anche consigliarci al meglio sui prodotti da utilizzare.

Commenti

commenti