Pettine da barba: come scegliere ed utilizzarne uno

Il pettine per barba è un accessorio molto utile che tutti coloro con una barba lunga dovrebbero avere nel loro arsenale. Va precisato che non sostituisce la spazzola, ma si tratta più di un complemento una volta che avrete raggiunto una lunghezza importante, di solito dopo circa quattro mesi.

Vediamo ora quali sono i migliori da acquistare, come sceglierli ed anche come poi utilizzarli propriamente.


Foto Prodotto Descrizione Link
Camden BarberShop Ottimo dalla doppia dentatura
Well Groomed Wizard Compatto ed ergonomico
Kent In resina, perfetto per barba e capelli

Pettine barba Camden Barbershop

Qualità
Costo
Valutazione

Camden Barbershop è un marchio di cui ho parlato diverse volte qui sul sito, e questo da loro prodotto è uno dei pettini che preferisco per diversi motivi. Prima di tutto si tratta di un due in uno che ha due file di denti, una più grossolana che serve principalmente per le operazioni di styling o su barbe particolarmente spesse, e l’altra più sottile che è l’ideale quando si vogliono sciogliere dei nodi o si ha una barba meno folta.

Il materiale utilizzato per la sua realizzazione è il legno di pero, che unisce resistenza e leggerezza. La piccola sacca di cuoio in cui riporlo che viene fornita all’interno della confezione è molto elegante ed utile per portarlo sempre con se, nonostante trattandosi di un doppio pettine le dimensioni siano maggiorate.

Il costo non è ben bilanciato ed al momento credo sia il miglior pettine da barba che potete acquistare, soprattutto se la vostra è particolarmente lunga.

Pro

  • Doppia dentatura
  • Fatto il legno

Contro

  • Dimensioni maggiorate, ma non eccessive

Pettine Well Groomed Wizard

Qualità
Costo
Valutazione

Come per il precedente anche questo pettine per la barba è realizzato in legno di pero, a testimonianza del fatto che si tratti di un ottimo materiale per questo tipo di accessorio.
A differenza dell’altro modello questo ha la dentatura solamente da un lato, con l’impugnatura arrotondata nella parte superiore che rende molto facile maneggiarlo.

Come specificato dal produttore nonostante sia specificamente pensato per la barba può anche essere utilizzato sui capelli senza particolari problemi. Il costo è nelle media per questo tipo di oggetto.

Pro

  • Realizzato in legno
  • Finitura ergonomica

Contro

  • Nessuno da evidenziare

Pettine da barba Breet

Qualità
Costo
Valutazione

Quando si parla di pettini, la Kent è indubbiamente il marchio più iconico.
Tutti i loro pezzi sono fatti a mano in Inghilterra, e questo modello in resina è un prodotto eccellente che sebbene non sia stato pensato esattamente per questo scopo, costituisce un ottimo pettine da barba.

Rispetto ai prodotti più economici la supermercato, i Kent sono molto più resistenti, ed i denti hanno la parte finale arrotondata che salva la pelle da tantissimi graffi.

Si tratta sicuramente di un eccellente acquisto per chi vuole avere un modello più classico e versatile da utilizzare anche sui propri capelli.

Pro

  • Qualità della resina
  • Efficacia

Contro

  • Nessuno da evidenziare

Come scegliere il pettine giusto

Prima di scegliere il pettine assicuratevi che la vostra barba sia lunga a sufficienza per essere pettinata. Se siete nelle fasi iniziali e non avete raggiunto almeno i 3/4 cm circa, l’unico risultato che andrete ad ottenere è quello di graffiarvi il viso. Se questo è il caso sarebbe quindi un’idea migliore quella di orientarsi su una spazzola – parliamo delle differenze fra questa ed il pettine in un paragrafo a fondo pagina.

Fatta questa premessa possiamo continuare.

La prima cosa che va considerata nella scelta del pettine per barba è che esso differisce da quello per i capelli. Le setole sono infatti più larghe tra di loro, dato che la barba è più spessa, e sono generalmente costruiti in materiali più resistenti come legno od osso, i quali corrono meno il rischio di spezzarsi, un’evenienza che potrebbe procurarvi tagli e ferite. Conosco più di una persona che si è procurata un bel taglio utilizzando un pettine per capelli sulla sua barba, che si è inesorabilmente spezzato.

Anche i materiali sono di fondamentale importanza e pregiudicano la qualità del vostro pettine. Quelli che generalmente si trovano in commercio sono fatti di legno, osso, resina – molto famosi i Kent – e metallo. Raramente possono anche essere di plastica che però poco si presta a resistere alla tensione creata dalla barba.

In particolare ecco le differenze fra ognuno di essi:

  • Plastica: l’unica nota positiva è il loro costo estremamente basso, a discapito però della qualità. Tendono inoltre a tagliare e strappare molti peli e rischiano di rompersi facilmente con le barbe più dure.
  • Legno: sono i miei preferiti dato che tendono a non creare cariche elettrostatiche che andrebbero ad alterare il vostro look e assorbono parzialmente gli oli, andandoli a rilasciare via via che pettinate. Anche qui però la qualità è fondamentale: diffidate da prodotti troppo economici.
  • Metallo: sono in genere prodotti in forme ideate per poter essere comodamente portati con sé (come ad esempio il popolare goComb ), ma li sconsiglio in quanto anche qui in genere andrete a strappare e tagliare i vostri peli, a meno che non abbiate intenzione di spendere una bella somma per comprarne uno di alta qualità con i bordi smussati.
  • Osso: questi possono essere invece prodotti di ottima qualità e hanno le stesse caratteristiche di quelli in legno, rendendoli un ottima scelta.
  • Resina: non sono i miei preferiti, ma ci sono modelli di ottima fattura

Se la vostra preoccupazione principale è solamente relativa a pettinare i baffi, è bene sapere che esistono piccoli pettini studiati appositamente per questo compito.


Come pettinare la barba

uomo che si pettina la barba

Ora che abbiamo il pettine da barba perfetto, non resta che capire come utilizzarlo.

Per prima cosa partite dal collo o comunque dalla parte bassa della vostra barba, ed iniziate a pettinarla con movimenti verso l’alto e l’esterno.

Molto probabilmente incontrerete dei piccoli nodi: scioglieteli pian piano muovendo il pettine e se dovessero essere troppo intrecciati potete aiutarvi con una goccia di olio da barba.

Questi movimenti verso l’alto e l’esterno conferiranno alla vostra barba un aspetto molto gonfio e goffo, ma sono fondamentali per districare tutti i nodi.

Ora possiamo continuare e dobbiamo procedere a pettinare la barba con movimenti verso il basso, dando così la pettinatura desiderata.

Una nota importante è quella di non utilizzare il pettine da barba dopo aver fatto la doccia.
Il calore generato dall’acqua o dal phon infatti indebolisce ed espande momentaneamente i pori che sono quindi più propensi e rilasciare il pelo. Questo sul lungo termine può indebolire la vostra barba e renderla meno folta.


Devo usare un pettine o la spazzola per la mia barba?

Nonostante i due assolvono compiti simili, sono utilizzati in maniera diversa.

La spazzola per barba serve ovviamente a spazzolare e tenere in ordine i peli rendendoli anche più morbidi e pulirli da eventuali “corpi estranei”. Essa svolge però un’altra importante funzione, ovvero quella di distribuire uniformemente gli oli, sia quelli prodotti dalla vostra pelle – chiamato anche sebo – sia quelli che andrete ad applicare voi. Può inoltre essere utilizzata già nei primi periodi di crescita.

Il pettine per barba è invece utile una volta che raggiunta una lunghezza importante, solitamente intorno al quarto mese. La sua funzione principale è quella di sciogliere i nodi, ed aiuta inoltre nelle operazioni di styling, come ad esempio quando dovrete spuntare i peli o applicare in modo più preciso la cera.

2 pensieri riguardo “Pettine da barba: come scegliere ed utilizzarne uno

  • 19 Agosto 2020 in 13:06
    Permalink

    Ciao,
    Il pettine va utilizzato prima o dopo la spazzola?
    Grazie mille.

  • 20 Agosto 2020 in 8:10
    Permalink

    Ciao Marco,

    il pettine puoi utilizzarlo prima dell’applicazione dell’olio (e quindi della spazzola) per sciogliere eventuali nodi presenti

    a presto,
    Matt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *