Migliori Dopobarba: Quali Sono e Come Utilizzarli Correttamente

Il dopobarba è un prodotto che da sempre viene associato all’igiene e la cura dell’uomo, anche se spesso c’è molta confusione al riguardo.

Per alcuni è un prodotto imprescindibile nella propria routine quotidiana, per altri l’unica immagine che hanno del dopobarba è un giovane Macaulay Culkin che grida dopo esserselo dato in “Mamma ho perso l’aereo”. Anche se la percezione che abbiamo del dopobarba è quella di un calo di popolarità nel corso degli anni, in realtà stiamo parlando di un prodotto ben consolidato nel “beauty case” maschile e che, con il proprio nome, rappresenta un’intera famiglia di prodotti.

Proprio per far luce su un mondo di cui spesso si conosce solo la superficie—indossando magari un dopobarba regalatoci a Nataleùti offro questo articolo di approfondimento in cui non solo potrai trovare i migliori dopobarba attualmente in commercio, ma potrai scoprire anche le varie tipologie e decidere il prodotto migliore per la tua pelle.

Questo perché è impossibile definire quale sia il miglior dopobarba: la soluzione ideale per un individuo può essere impossibile da applicare per chi ha una pelle più delicata. Il mio scopo è quindi quello di aiutarti a trovare il miglior dopobarba specifico per il tuo caso.

I Migliori Dopobarba

Foto Prodotto Descrizione Link
Taylor of Old Bond street Uno dei migliori dopobarba
Floid Un classico intramontabile
Collistar Dopobarba Particolarmente idratante
Proraso Un twist sulla versione più classica
Nivea for men Economico ma efficace
Davidoff Cool Water Particolare, con un'ottima profumazione

Chiaramente queste sono solo alcuni dei miei dopobarba preferiti, ma la scelta non di ferma di certo qui! Prima di capire come utilizzarli nel modo corretto, diamogli uno sguardo.

Dopobarba Taylor of Old Bond Street

dopobarba taylor of old bond street

Rinomato nel mondo della rasatura grazie alla varietà dei prodotti di altissima qualità, Tayor of Old Bond Street propone un dopobarba in formato gel, ideale per le pelli secche o sensibili.

Il primo contatto con la pelle è oleoso, ma grazie all’assorbimento veloce della cute non lascia tracce dopo l’utilizzo. La crema non è alcolica ma arricchita con Amamelide e Aloe Vera—ti spiegherò più avanti la funzione di entrambe queste sostanze—e il tubetto nero è un elemento che non può mancare nella tua borsa da viaggio.

Apprezzata in particolare la quantità ridotta necessaria per ottenere l’effetto desiderato, il che si sposa bene con le dimensioni da 75ml. La fragranza è simile a quella già vista in altri prodotti Taylor of Old Bond Street della linea Jermyn Street, come il loro celebre sapone da barba: un ottimo bilanciamento fra spezie ed agrumi.

Pro

  • Ottima formulazione
  • Effetto idratante profondo
  • fra i migliori dopobarba per la pelle secca o sensibile

Contro

  • Fragranza che tende a svanire dopo poche ore
  • Costo sopra la media

Dopobarba Floid

Il Floid è la perfetta rappresentazione della lunga tradizione che si cela dietro il mondo dei dopobarba. In un mondo popolato da ampolle scure e trasparenti, Floid mantiene il suo aspetto vintage con la sua bottiglietta arancione, il tappo a mezzaluna e lo spruzzino vintage: non è un caso che sia uno dei preferiti nei barber shop più datati.

Una volta fatta pressione sullo spruzzino, si viene abbracciati dall’avvolgente profumo, tra il legnoso e il talco, tipico di questo prodotto. L’effetto che si ottiene è morbido ma deciso, grazie alla sua componente alcolica, che caratterizza l’uso di questo prodotto con un breve momento di bruciatura dall’alto valore disinfettate.

La versione italiana, più facilmente reperibile, si differenzia così dall’originale spagnola che presenta una gradazione alcolica ancor maggiore e un aroma mentolato. Se vuoi approfondire ti consiglio di leggere l’articolo dedicato ai dopobarba Floid.

Pro

  • Un classico intramontabile
  • Buon aroma talcato

Contro

  • Scarsa idratazione
  • Non facile da reperire

Collistar Balsamo Dopobarba

dopobarba riparatore collistar

Altro balsamo, altro tubetto nero della serie Collistar, ben diverso dal Taylor che ti ho mostrato in precedenza. Nel suo formato da 100ml, contiene nella confezione anche un gel tonificante da doccia da 30ml.

Niente alcol neanche per Collistar, ma estratto di camomilla e acido ialuronico ideali per rispondere ai microtraumi causati dalla rasatura.
Anche l’aloe vera contribuisce al fattore lenitivo e antinfiammatorio e combinandosi con l’azione profumante che permane nel tempo, ne giustifica appieno il prezzo leggermente più alto rispetto ai competitor: dopotutto chi conosce il marchio ha sicuramente familiarità con la qualità dei loro prodotti, solitamente impeccabile.

Un’ottimo dopobarba adatto a tutti, ma in particolare a chi ha una pelle particolarmente sensibile e vuole cercare di prevenire le irritazioni in maniera efficace.

Pro

  • Particolarmente idratante, ottimo anche su pelli sensibili
  • Profumazione decisa e persistente

Contro

  • Il costo è piuttosto elevato

Proraso Crema Liquida

proraso crema liquida

Confezione bianca, serie amata da coloro che hanno una pelle sensibile e marchio rinomato nel mondo della rasatura. Quella di Proraso è una crema liquida da 100ml a un prezzo piuttosto contenuto, caratterizzata dalla presenza di estratto di tè verde e di avena.

Queste due sostanze aiutano a evitare infiammazioni, motivo per cui non si trova alcol all’interno del prodotto che fa parte di questa specifica linea. La profumazione è piuttosto neutra e poco persistente, non mostrando un carattere eccezionale. Dopotutto si sa, spesso i profumi tendono ad irritare, e lo scopo di questo dopobarba è proprio quello di evitare irritazioni.

Oltre a questa versione “crema liquida”, Proraso offre anche dei dopobarba più classici, che contengono alcol e garantiscono il classico ed iconico bruciore. In particolare:

  • Dopobarba Proraso Verde dalla forte profumazione di eucalipto e menta
  • Dopobarba Proraso Rosso, con una profumazione avvolgente e calda, dove le spezie ed il sandalo regnano sovrane

Pro

  • Naturale e delicato sulla pelle
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo

Contro

  • Profumazione poco persistente

Nivea for Men Aftershave

Nivea sensitive

Nella cura del corpo e del viso, Nivea è spesso una garanza e i suoi prodotti sono riconoscibili immediatamente per il classico aspetto bianco e il logo scuro.
Per queste caratteristiche, questo dopobarba privo di alcool potrebbe essere confuso con un sapone a prima vista, ma si erge sui concorrenti grazie al prezzo competitivo, l’assenza di alcol e, in linea generale, la sua efficacia.

Il profumo è presente ma non intenso, ed è sicuramente apprezzata la capacità protettiva che esercita sulle pelli più delicate. Questo è il mio dopobarba preferito prodotto da Nivea, ma la stessa azienda ne produce anche altri, con o senza alcol e dalle diverse profumazioni, che possono adattarsi alle diverse necessità di ognuno. Fra queste, se cerchi qualcosa di più deciso e forte, ti consiglio la versione soprannominata Nivea Deep.

Pro

  • Economico
  • Ideale per pelli sensibili
  • Antinfiammatorio grazie all’Hamamelis

Contro

  • Profumazione non persistente
  • Confezione non particolarmente elegante

Davidoff Cool Water

davidoff cool water aftershave

In netto contrasto con il Nivea di cui abbiamo appena parlato, Davidoff Cool Water è il modello di dopobarba che nell’aspetto si avvicina di più a un classico profumo. Un marchio che solitamente non viene menzionato quando si tratta di rasatura, ma di cui ho voluto inserire questo prodotto perché particolarmente interessante.

Fiaschetta elegante, di un blu intenso, che contiene 125ml di prodotto le cui fragranze variano durante l’utilizzo: dalla freschezza della menta e il coriandolo, all’abbraccio gentile della Lavanda fino alle note decise dell’Ambra. Il tutto senza essere eccessivo, ma piuttosto ben bilanciato.

Uno dei pochi prodotti di questa lista che contiene alcol, il quale può irritare le pelli più sensibili ma che offrirà l’immancabile sensazione di freschezza che molti appassionati cercano nel proprio dopobarba.

Pro

  • Profumo leggero ma interessante piuttosto persistente
  • Elegante

Contro

  • Costo piuttosto elevato

A cosa serve il dopobarba?

Come potresti aver intuito a questo punto, il dopobarba svolge diverse funzioni, partendo dalla sua azione disinfettante a quella idratante.

Questi due elementi vengono molto spesso sottovalutati dopo una rasatura, ma sono quanto mai importanti.
Anche con la mano più ferma e il rasoio più affilato, infatti, si possono venire a creare dei micro-tagli nell’epidermide. Ferite che, non curate, possono infiammarsi, infettarsi, o dare origine a fastidiosi effetti come quello dei peli incarniti.

Peggio ancora se, per risparmiare, hai utilizzato un rasoio che hai già usato in passato: la lama smussata tenderà infatti a strappare via il primo strato di pelle, lasciandola rossa e irritata.

Lo stesso si può dire per l’azione idratante: spesso la pelle viene lasciata in disparte e per questo deve essere curata sia dopo la rasatura, sia quando decidiamo di far crescere la barba—in questo caso con un apposito olio da barba.
C’è però da sottolineare che non tutti i dopobarba sono idratanti, soprattutto se parliamo di quelli a base alcolica.

Come si usa il dopobarba?

Applicare il dopobarba è piuttosto semplice: basta mettere qualche goccia di prodotto nel palmo della propria mano e distribuirlo uniformemente nelle zone del volto dove si è passato il rasoio. Questo è valido sia per quelli a base alcolica/lozione, che quelli in formato crema, più adatti alle pelli sensibili.

La tradizione vuole che per i prodotti a base alcolica, il movimento classico consista nel darsi dei piccoli colpetti sul volto e sul collo —piccoli, non schiaffeggiarti violentemente come ho visto fare in passato.

Alcuni dopobarba sono dotati di funzione spray, ma il principio è lo stesso—evita di spruzzarti litri di dopobarba sul volto.

Come scegliere il dopobarba giusto

Abbiamo dato uno sguardo ad alcuni fra i miei dopobarba preferiti, ma esistono moltissime altre opzioni fra le quali è possibile scegliere. Senza contare che potresti essere indeciso anche fra quale delle 6 proposte qui sopra sia adatta alla tua barba e alla tua pelle.

Per questo motivo è arrivato il momento di metterti al centro dell’attenzione e far diventare l’uso del dopobarba un’esperienza su misura. In questa sezione ti parlerò quindi di quattro diversi fattori di cui dovrai tenere di conto prima di effettuare un acquisto.

Tipologia di dopobarba

La prima grande scelta avverrà a seconda della tipologia di dopobarba che andrai a scegliere. Come avrai modo di scoprire in seguito, questa caratteristica è legata alle altre quindi non preoccuparti: una volta individuata quella che si sposa meglio alle tue esigenze, ti troverai naturalmente di fronte al miglior dopobarba per te.

In termini di tipologia, ci troviamo di fronte a diverse alternative:

Lozione – Sebbene la parola “lozione” ci faccia venire in mente una crema, con questo termine si tende a indicare il classico dopobarba liquido. Spesso contenuto nei flaconi di vetro, questo dopobarba è solitamente caratterizzato dalla sua componente alcolica e capacità disinfettante. È una delle tipologie più diffuse nel mercato e senza ombra di dubbio anche la più classica. Un’altra caratteristica è spesso data dalle profumazioni, che tendono ad essere persistenti e piuttosto decise.

Balsamo/Crema – L’alternativa alla lozione è rappresentata proprio da una crema—lo so, il rischio è quello di fare confusione. Questa tipologia è in genere caratterizzata da una profonda capacità idratante ed è maggiormente indicata per chi ha una pelle sensibile che tende ad irritarsi. Possono o meno contenere alcol, a seconda del prodotto scelto.

Come scegliere tra azione disinfettante e idratante? Talvolta è il gusto personale a guidarti, in altri casi sarà la tua stessa pelle a decidere per te.

In base alla pelle

Spesso ci dimentichiamo della nostra vecchia pellaccia, ma è importante che tu te ne prenda cura e che la tenga in considerazione prima di acquistare un dopobarba.
Principalmente, quando parliamo di dopobarba, la distinzione che dobbiamo fare è fra pelle sensibile e “normale”.

Nel caso di una pelle sensibile, che tende quindi ad irritarsi, arrossarsi o formare bolle, è meglio optare per una soluzione in formato crema che provvederà a un’idratazione più profonda. Se possibile, sarebbe opportuno anche scegliere un prodotto che non contenga alcol, in quanto questo è vero che disinfetta, ma tende anche a irritare e seccare la pelle.

Se invece non avete problemi di irritazioni e simili, la scelta può ricadere praticamente su ogni prodotto, tenendo sempre in considerazione fattori come ad esempio la qualità e le proprie preferenze in termini di profumazione.

Gli ingredienti

Cosa si trova dentro un flacone di dopobarba? Alcol, potresti pensare, e in alcuni casi, come abbiamo visto, avresti ragione. Ma è molto limitante ridurre un prodotto complesso come il dopobarba a un suo singolo componente.

In genere le sostanze contenute rispondono a una—o più—delle seguenti necessità: disinfettante, idratante, lenitiva e nutritiva. Ecco, in breve, gli elementi più comuni che possono essere trovati al suo interno:

Alcol

Ebbene sì, dobbiamo proprio partire da lui. L’alcol è il responsabile del senso di bruciore che molte persone associano all’uso del dopobarba, tanto comune da essere ormai considerato la normalità.

Ma non è detto che debba esserlo: se infatti l’alcol permette di disinfettare i tagli e i graffi causati dalla rasatura completa—da cui il senso di bruciore—questo ha anche la caratteristica di causare una secchezza dell’epidermide, motivo per cui sempre meno persone lo scelgono.

Amamelide

Per chi non vuole rinunciare all’effetto emostatico e anti-infiammatorio dell’alcol ma vuole preservare una pelle secca o sensibile, l’amamelide risulta essere una valida alternativa.
Di origine naturale, questa sostanza vede una grande applicazione nel mondo della cosmesi—veniva utilizzata addirittura dai nativi americani in forma di decotto per curare le ferite.

Umettanti ed Emolienti

Glicerina, acido lattico e sorbitolo sono tra i prodotti più comuni contenuti in un dopobarba grazie alla loro capacità di idratare la pelle dopo l’uso. Non è quindi raro vederli usati all’interno di balsami e creme, come in quasi tutti i dopobarba più blasonati.

Altre sostanze

Infine, nell’elenco di sostanze che possono essere contenute in un dopobarba si trovano tutte quelle che possono aiutare il prodotto a fare il proprio dovere: dall’estratto di tè con le sue capacità disinfettanti all’aloe vera con la sua funzione lenitiva e idratante. Anche la camomilla e la calendola aiutano nutrendo la cute dopo l’uso.

Profumazione

Anche qui, si tratta di una scelta che dovrebbe essere dettata dalle proprie preferenze personali.

C’è una cosa però a cui fare particolare attenzione. Se tendi a utilizzare altri prodotti, come ad esempio i profumi, cerca di scegliere un dopobarba che abbia delle note aromatiche simili, o che sia addirittura neutro. In caso contrario, il rischio è quello di creare alcuni strano miscugli che potrebbero non essere particolarmente piacevoli all’olfatto.

Solitamente, come abbiamo visto, i dopobarba in crema tendono ad essere più delicati anche sotto il punto di vista delle profumazioni, e costituiscono dunque una buona scelta da abbinare alla nostra colonia preferita.

Conclusione

Sei giunto quindi alla conclusione di questo approfondimento. Come puoi vedere, c’è molto più in un dopobarba del “me l’hanno regalato a Natale e lo uso”.

Trova il prodotto ideale per la tua pelle e il tuo gusto e non riuscirai più a farne a meno. Ti assicuro che sia la tua cute che chi ti sta vicino apprezzerà l’impegno!

2 pensieri riguardo “Migliori Dopobarba: Quali Sono e Come Utilizzarli Correttamente

I commenti sono chiusi.