Tipi di barba: 16 stili in base alla forma del viso

Avete appena deciso di farvi crescere la barba, oppure volete dare un tocco diverso a quella che già avete. Non esiste però uno stile adatti a tutti: bisogna scegliere considerando diversi parametri, come la forma del proprio viso e l’uniformità della vostra barba.

In questa guida vedremo ben 16 differenti tipi di barba lunga e corta ed i consigli per scegliere lo stile giusto in base alla forma del proprio viso.

In fondo a tutto troverete anche l’infografica che potete scaricare, stampare o anche linkare !

Pronti ? Cominciamo !

Qual è la forma del tuo viso ?

Prima di passare in rassegna e vedere quali sono gli stili di barba da cui trarre ispirazione è bene capire quale sia la forma del nostro viso.

Ogni forma infatti può essere abbinata o meno a determinati stili come vedremo di seguito.
Ovviamente nulla vieta di andare contro quello qui scritto e sperimentare fino a trovare il taglio barba che più si addice alla nostra personalità !

forme del viso

Tipi di barba

Stubble – o barba di 3 giorni

barba stubble

Cos’è: la stubble è uno stile di barba dove quest’ultima viene lasciata semplicemente crescere per qualche giorno.

Come si ottiene: Basta fa crescere la propia barba per un periodo compreso tra 3 giorni e 2 settimanw.
Può essere più o meno lunga a seconda delle preferenze personali ed idealmente il collo e la linea sopra le guance vengono rasati in modo da tracciare linee nette. Utilizzare un regolabarba per il mantenimento è fondamentale.

Per chi è: Ottima su tutti i volti, in particolare per quelli rotondi e a diamante.


Barba corporate

barba corporate

Cos’è:  si tratta di uno dei tipi di barba più diffusi essendo molto ordinata e ben accetta negli uffici – anche ai piani alti. E’ proprio questo il motivo per cui viene chiamata corporate.

Come si ottiene: in questo caso la barba va lasciata crescere per un periodo che varia dalle 2 alle 6 settimane a seconda delle proprie preferenze. La linea superiore delle guance e la parte inferiore del collo vanno rasate regolarmente utilizzando una lametta o anche un rasoio elettrico.

Per chi è: è adatta a chi ha una barba bella piena e vuole un aspetto ordinato. Funziona molto bene su tutti ma in particolare con i volti di forma triangolare e ovale.


Hoolywodiana

barba hollywood

Cos’è: simile alla corporate, la barba in style hollywood è molto ordinato ma a differenza della precedente si caratterizza da una linea delle guance abbassata che va poi ad attaccarsi alle basette. Quest’ultime però possono anche essere rimosse. Leonardo di Caprio ha riproposto questo stile recentemente.

Come si ottiene: fate crescere la barba per 4 – 6 settimane fino ad una lunghezza decente. A questo punto basta abbassare la linea delle guance e, se preferite, rimuovete le basette facendo terminare la barba sull’angolo della mandibola. La parte inferiore può essere modellata a punta con l’utilizzo di forbici da barba. Mantenete il collo pulito.

Per chi è: funziona molto bene sui volti più squadrati ma anche su quelli tondeggianti.


Barba piena

barba piena

Cos’è: questo è tra gli stili di barba al limite tra il curato e l’incolto. Molto popolare viene spesso anche chiamata barba hipster – soprattutto se abbinata ad un baffo a manubrio.

Come si ottiene: per cominciare bisogna far allungare la barba per un minimo di due mesi – anche 4 o 6 se la volete più prominente. Le linee delle guance possono essere definite ed il collo può essere rasato o lasciato com’è.
Per mantenere un aspetto al top questo tipo di barba deve essere spuntato regolarmente ai lati in modo da non conferire un aspetto gonfio e disordinato alla barba.

Per chi è: per tutti, ma ottimo sui volti triangolari e quelli a diamante.

       

Ducktail

barba ducktail

Cos’è: una barba piena che viene ulteriormente rifinita e che funziona meglio su specifiche forme del viso. Ha lo svantaggio di dover essere rifinita con precisione molto regolarmente. Servono inoltre tanti strumenti: un rasoio, un regolabarba e delle forbici.

Come si ottiene: partite da una barba piena dopodiché abbassate la linea delle guance, radete il collo e con delle forbici – o meglio con l’aiuto di un barbiere – accorciate i lati e modellate la punta.

Per chi è: perfetta per chi ha una faccia squadrata, ovale o rotonda. Sul volti troppo a punta come quelli triangolari o a diamante potrebbe non funzionare.

     

French fork

french fork

Cos’è: tra i tipi di barba il french fork è indubbiamente uno dei più particolari. In pratica si tratta dello stile ducktail la quale punta viene divisa in due parti ben distinte. Brad Pitt ne fece sfoggio per un periodo di tempo.

Come si ottiene: seguite gli stessi passi dello stile ducktail e con l’aiuto di forbici create una netta divisione della punta finale. Utilizzate della cera per tenere in ordine e separate le due ciocche.

Per chi è: Ottima per chi ha una mascella squadrata in quanto ammorbidisce le forme. Potete provarla anche se avere un viso a forma di diamante.

     

Balbo

balbo

Cos’è: un taglio barba per chi vuole distinguersi. E’ una via di mezzo tra un pizzetto e lo stile Hollywood. Christian Bale e Robert Downey Jr. lo hanno sfoggiato a periodi alternati.

Come si ottiene: partite facendo crescere la barba per un minimo di 4 o 5 settimane. Successivamente prendete un rasoio elettrico e radete collo e guance lasciando solo la parte di barba intorno al mento. I baffi devono essere poi staccati dal resto, altrimenti non si tratterebbe di altro che un pizzetto più lungo del solito.

Per chi è: balbo è uno dei pochi stili di barba che funziona su qualsiasi tipo di volto.

     

Mutton Chops – o basettoni

mutton chops

Cos’è: i mutton chops – chiamati anche basettoni – sono la barba di Wolverine. Non è uno stile per tutti ed è molto efficace nell’attrarre attenzione. Esiste una variazione in cui anche i baffi vengono lasciati crescere e collegati al resto della barba, come quella che portava Lemmy Kilmster, il cantante dei MotorHead.

Come si ottiene: fate crescere la barba alla lunghezza desiderata, dopo di che abbassate la linea della guancia a piacere, pulite il collo e la parte centrale del mento. I baffi possono essere rimossi o lasciati.

Per chi è: tra i tipi di barba questo è uno sei più adatti ai volti ovali. Non funziona benissimo con i volti a punta come quelli triangolari o a diamante.


Barba Incolta

barba incolta

Cos’è: uno stile che non ha bisogno di tagli e che da sfoggio di tutta la vostra genetica. Più è piena e meglio appare. Probabilmente non adatta a chi lavora in ufficio.

Come si ottiene: niente di più semplice ! Lasciate crescere la vostra barba totalmente al naturale senza tagliare, spuntare o rifinire. L’unico ritocco ammesso ? Sgonfiare leggermente la barba ai lati se inizia a gonfiarsi troppo.

Per chi è: per tutti, ma chi ha il viso rotondo ne beneficia in particolare andando ad aggiungere lunghezza.

         

Winnfield

barba winnfield

Cos’è: avete mai guardato Pulp Fiction ? Il protagonista principale si chiama Jules Winnfield e non è un caso se questo tipo di barba porta lo stesso nome ! Si tratta di un baffo a ferro di cavallo incrociato con i mutton chops che abbiamo visto qui sopra, i quali vengono però rifiniti ulteriormente.

Come si ottiene: la simmetria qui è chiave ed è meglio farsi aiutare. Partendo da una barba piuttosto lunga, pulite il collo, la parte inferiore del mento ed abbassate la linea delle guance. A questo punto con il rasoio staccate la barba dalla parte vicino la bocca per creare i baffi e radete la parte centrale del mento. Idealmente i baffi dovrebbero crescere oltre il quest’ultimo.

Per chi è: avete un volto ovale o a diamante ? Questo fa decisamente per voi.


Garibaldi

garibaldi

Cos’è: anche questo rientra tra gli stili di barba di cui non è difficile capire l’origine del nome. Portata dal celebre Garibaldi, questo taglio ha anche una variante chiamata Verdi, la cui differenza è la presenza di un baffo a manubrio.

Come si ottiene: molto simile alla barba piena si differenzia da essa per avere la parte terminale tagliata di forma ovale e non leggermente a punta. Sfoltite la parte delle guance regolarmente così come il baffo che non deve andare a coprire le labbra. 

Per chi è: funziona molto bene su chi ha un viso quadrato o a punta, in modo da addolcirne i contorni.


Olandese – o Dutch

barba olandese

Cos’è: un taglio barba molto vecchio stile che tra i molti veniva portato da Abraham Lincoln, uno dei presidenti americani più celebri di sempre.

Come si ottiene: fate allungare la vostra barba e pulite poi il collo e la parte superiore dei lati. Rimuovete anche i baffi.

Per chi è: chi ha un viso molto triangolare – o anche a diamante – può approfittarne per arrotondare il mento.


Pizzetto classico

pizzetto

Cos’è: la parola pizzetto e questa immagine potrebbero far storcere il naso, in quanto non è esattamente quello che siamo abituati a vedere che è in realtà un “pizzetto pieno” – e che vedremo qui sotto.

Come si ottiene: uno dei tagli barba più semplici da ottenere. Pulite guance, collo e baffi. Tutto qui !

Per chi è: da sempre ottimo su chi ha un volto tondeggiante.

     

Pizzetto pieno – o barba rotonda

pizzetto pieno

Cos’è: eccoci arrivati a quello di cui stavamo parlando prima. Un pizzetto classico al quale vengono lasciati i baffi . Uno stile molto popolare che se portato con stile può dare un tocco extra al volto.

Come si ottiene: semplicemente basta radere il collo ed i lati della propria faccia. Molto semplice e poco impegnativo anche nella manutenzione.

Per chi è: uno stile di barba adatto su volti ovali o anche quelli a diamante.


Van Dyke

barba van dyke

Cos’è: questo taglio prende il nome dal celebre pittore flamingo Anthony Van Dyck e viene talvolta chiamato anche “barba reale”. Contribuisce a dare un’immagine molto forte ed è ottimo se volete distinguervi dalla massa delle barbe piene.

Come si ottiene: fate crescere la barba e poi pulite tutto ad eccezione del mento e dei baffi che, possibilmente ma non necessariamente, dovrebbero essere fatti crescere a manubrio.

Per chi è: questo tipo di barba in realtà è adatto a tutti, ma dona molto sui visi triangolari ed a diamante.


Soul patch

soul patch

Cos’è: uno stile – se così possiamo definirlo – che era molto in voga negli anni 50, soprattutto nella scena jazz americana. La grandezza di questa patch – che significa macchia – può essere aggiustata secondo le preferenze personali.

Come si ottiene: devo davvero spiegare come ottenere questo risultato ? Decisamente lo stile più semplice da modellare.

Per chi è: funziona decisamente su tutte le forme di viso. Un volto rotondo può trarne vantaggio per simulare un aspetto più allungato.


Infografica

Prima di terminare e linkare l’infografica, vogliamo precisare che esistono molti altri tipi di barba e l’unico limite è la propria fantasia, come spesso dimostrato dai campionati mondiali di barba.

Per il resto, ecco qui l’infografica completa !

infografica tipi di barba

Sentitevi liberi di includere la seguente infografica sul vostri sito o profilo social, ma non dimenticatevi di linkare al nostro sito.