Miglior rasoio di sicurezza: quali sono e come sceglierlo

Il rasoio di sicurezza è tornato prepotentemente di moda nel corso degli ultimi anni, grazie ad una riscoperta da parte del pubblico.

Ma perché usare questo tipo di rasoio ? Prima di tutto perché sono il perfetto compromesso tra qualità di rasatura e sicurezza. La lama viene infatti a stretto contatto con la pelle, tagliando i peli al livello del bulbo, ma allo stesso tempo non sporge troppo, scongiurando la possibilità di tagli profondi come potrebbe accadere con i rasoi a mano libera.

Ne esistono diverse tipologie e la scelta è davvero ampia. A questo scopo in questo articolo non solo vediamo quali sono i migliori, ma anche tutte le differenze, vantaggi e svantaggi di ognuno, come usarli e come mantenerli sempre in perfette condizioni.


Miglior rasoio di sicurezza

Foto Prodotto Tipologia Link
Muhle R89 Closed Comb
Edwin Jagger DE89 Closed Comb
Merkur Futur Regolabile
Muhle R41 Open Comb
Parker 60R Closed comb a farfalla

Muhle R89

Qualità
Costo
Valutazione

Anche se come vedremo qui sotto ne esistono diverse tipologie ognuna delle quali adatta ad una specifica esigenza, credo sia comunque giusto definire il Muhle R89 come il miglior rasoio di sicurezza adatto alla maggior parte delle persone.
Si tratta infatti di un rasoio di sicurezza closed comb (o a pettine chiuso), dotato quindi di una barra di protezione che eviterà tagli ed irritazioni garantendo comunque una rasatura eccellente che può diventare molto vicina alla pelle se si utilizzano lame più aggressive come ad esempio le Feather.

E’ un modello a 3 pezzi che risulta quindi molto comodo da pulire ma che può portare ad alcune difficoltà le prime volte che si cambia la lama dato che dovrà rimanere allineata mentre si avvita la testa del rasoio al manico. Basta però prenderci la mano un paio di volte e diventa poi un’operazione molto semplice e di routine. Ottimo anche il grip grazie al manico in metallo zigrinato.

Il Muhle R89 è inoltre un rasoio relativamente leggero con un peso di 65g. Questo significa che potreste dover utilizzare una lieve pressione per avere una rasatura vicina, ma non esagerate, iniziate sempre facendo scorrere il rasoio con il suo peso ed in base al risultato ottenuto regolate poi la pressione che applicate.

Esistono anche altre due varianti di questo rasoio di sicurezza che si differenziano dalla versione standard, oltre che per il prezzo più elevato per le seguenti caratteristiche:

  • Modello Twist: è una variante a 2 pezzi con un manico leggermente più spesso che fa aumentare il peso a 82g
  • Modello Grande: 3 pezzi, ma è leggermente più lungo ed ha un peso di 80g

La Muhle è un’azienda attiva da anni del settore ed i suoi prodotti di qualità le hanno permesso di diventare un vero e proprio punto di riferimento e di definire alcuni standard nel mondo dei rasoi.

Pro

  • Miglior rasoio di sicurezza
  • Ottima qualità di rasatura
  • Ottimo per i principianti
Contro

  • Se preferite la versione Twist o Grande il costo sale


Edwin Jagger DE89

Qualità
Costo
Valutazione

Anche qui troviamo un prodotto di buona fattura che possiamo considerare il miglior rasoio di sicurezza economico e che offre un ottimo rapporto tra la qualità ed il prezzo. Il fatto che il numero contenuto nel nome del rasoio sia lo stesso del suo rivale Muhle non è un caso: utilizzano infatti la stessa testa differendo praticamente solo nell’impugnatura.

Anche questo è un ottimo rasoio di sicurezza per iniziare, adatto quindi a chi sta muovendo i primi passi in questo mondo e non vuole spendere somme elevate. La dimensione lo rende molto maneggevole e non eccessivamente aggressivo piazzandolo intorno ad un 5 su una scala da 1 a 10 con peso è di 62g. Molto bella inoltre la finitura cromata che lo fa sembrare molto più costoso di quello che in realtà è.

Ne esistono 2 versione, BL ed LBL: la prima ha il manico liscio, mentre la seconda un manico rigato ed un costo più elevato (circa il doppio).
Uniche note negative sono il fatto che il manico può risultare leggermente scivoloso durante la rasatura e a detta di alcuni utenti la cromatura tende a macchiarsi. Personalmente non ho avuto questo problema e credo che il trucco stia nell’asciugarlo prima di riporlo, come vedremo nella sezione più in basso dedicata alla cura dei rasoi di sicurezza.

Pro

  • Prezzo contenuto
  • Ottimo per chi inizia
  • Buona finitura
Contro

  • La finitura può macchiarsi
  • Potrebbe risultare scivoloso


Merkur Futur

Qualità
Costo
Valutazione

Come il nome sembra suggerire questo rasoio di sicurezza regolabile sembra uscito da una macchina del tempo.
Essendo un regolabile ha il vantaggio di offrire diverse opzioni di taglio in un unico prodotto. Settatelo ad 1 ed avrete una rasatura molto leggera, ma girate il manico per settarlo a 6 e la lama sporgerà abbastanza da farsi strada tra le barbe più dure e folte senza nessuna sorta di problema.

Il peso di 122g contribuisce inoltre a renderlo molto effettivo anche se la prima volta che lo terrete in mano vi sembrerà molto diverso ed inusuale da qualsiasi altro rasoio di sicurezza che avrete provato, colpa (o merito) anche delle dimensioni leggermente maggiorate.

Il grip è buono nonostante il manico liscio, grazie alla bombatura sulla parte finale che aiuta ad avere una presa salda.

Molto inusuale è anche il modo in cui la lama viene cambiata: bisogna infatti rimuovere la parte superiore della testa facendo leva su uno dei lati dotato di una tacca, piazzare la lama sulla base e poi rimontare la parte superiore. L’immagine qui sotto (cortesia di ExecutiveShaving) vi aiuterà a capire meglio.

Il Merkur Futur è ottimo, uno dei miei preferiti, che credo essere il miglior rasoio di sicurezza per chi ha un buon livello di esperienza. Per i principianti potrebbe risultare aggressivo o complicato da utilizzare. Vi raccomando inoltre di provare i settaggi di taglio più bassi prima di passare a quelli aggressivi, in modo da potersi abituare ed utilizzarlo in tutta sicurezza.

Pro

  • 6 diverse regolazioni di taglio
  • Peso
  • Design
Contro

  • Prezzo relativamente alto
  • La testa è grande e può risultare scomoda in alcuni punti


Muhle R41

Qualità
Costo
Valutazione

Il Muhle R41 differisce dal modello R89 per una caratteristica fondamentale: si tratta infatti di un rasoio di sicurezza open comb (o a pettine aperto). Questo lo rende molto aggressivo, al punto che viene definito da molti come il rasoio di sicurezza più aggressivo che sia al momento presente sul mercato. Proprio per questo motivo lo sconsiglio ai principianti, a meno che procurarvi tagli ed irritazioni sia parte di quello che cercate durante la rasatura !

Trattandosi di un 3 pezzi, il cambio di lama è praticamente identico al processo descritto per il modello R89, ed anche qui troviamo le varianti Twist e Grande (stesse differenze che per l’altro modello).

Nonostante l’aggressività e il fatto di non essere adatto ai novizi si tratta di un ottimo modello, che potrebbere essere la vostra opzione di miglior rasoio di sicurezza nel caso in cui cerchiate una rasatura profonda ed avete una barba molto spessa. Personalmente non ho mai incontrato qualcuno che lo abbia definito un pessimo prodotto ed è sul mercato da un bel pò di tempo.

Pro

  • Rasatura molto profonda
  • Prezzo contenuto
Contro

  • Non adatto ai principianti o persone con pelle sensibile


Parker 60R

Qualità
Costo
Valutazione

Il Parker 60R è un rasoio di sicurezza a farfalla che ho voluto inserire in questa lista per completezza: credo infatti sia giusto avere almeno un pezzo per ogni tipologia in commercio in modo da dare la possibilità di scegliere quella che preferite.

Oltre ad essere molto bello esteticamente (bella sia la finitura che il motivo incavato sul manico) è un rasoio molto effettivo e di tipologia closed comb non troppo aggressivo. Può essere quindi impiegato sia da principianti che da chi è già familiare nel campo, ma probabilmente non si tratta della migliore scelta per chi ha una barba molto spessa. In quest’ultimo caso se siete certi di voler questa tipologia di rasoio potete compensare utilizzando lame più aggressive.

Leggermente più lungo dei soliti rasoi di sicurezza a causa della sua costruzione risulta comunque molto comodo da manovrare e cambiare la lama è una questione di secondi. Basta infatti girare il pomello alla base del manico per far aprire la testa a metà ed inserire quella nuova: uno dei vantaggi del rasoio di sicurezza a farfalla !

Pro

  • Design
  • Facilità di utilizzo
  • Buono per i principianti
Contro

  • Rasatura non molto profonda e non adatto a barbe molto dure/folte


Tipi di rasoio di sicurezza

Comincio dal dire che possiamo distinguere i rasoi di sicurezza in base a due fattori principali, ovvero la tipologia di costruzione (sono principalmente tre) e ed il tipo di dentatura, detto anche pettine o comb in inglese (anche qui ne troviamo ben tre).

Vediamo nel dettaglio per cosa si differenziano tra di loro e a chi sono adatti.

Tipologie di costruzione

  • A farfalla (o TTO, twist to open, dall’inglese): sono costituiti da un unico pezzo e la testa si apre a metà (ricordando proprio le ali di una farfalla) agendo su una ghiera posta alla fine del manico, rendendo possibile il cambio della lama.
    Sono molto comodi, ma hanno lo svantaggio di essere delicati e di difficile pulizia dato che i peli vanno ad incastrarsi con facilità nel meccanismo. Necessitano quindi di una buona manutenzione.
  • A due pezzi: la testa in questo caso va svitata per essere rimossa completamente dal manico e permettere il cambio della lama, che risulta un pò più difficile rispetto a quelli a farfalla. Possono essere puliti più facilmente dei precedenti.
  • A tre pezzi: il rasoio di sicurezza di questa tipologia è costituito dal manico, la guardia (ovvero la parte su cui la lama viene poggiata) e la testa. Hanno il vantaggio di essere i più semplici da pulire e durare decenni, proprio per questo motivo sono anche i più diffusi. La Gillette ne fu una delle prime produttrici. Hanno lo svantaggio di causare un po più di difficoltà nel cambio della lama, ma basta un pò di pratica ed il gioco è fatto.

Tipologie di dentature (o comb)

  • A dentatura chiusa (o closed comb): sono sicuramente i più diffusi e semplici da utilizzare e sono dotati di una barra che tende la pelle facilitando il compito della lama e andando a ridurre al minimo l’irritazione. Sono anche i più indicati per i principianti, chi ha la pelle sensibile e chi si rade con più frequenza.
  • A dentatura aperta (o open comb): sono rasoi molto aggressivi, adatti alle mani più esperte e chi ha una pelle ed una barba molto dura. Irritano la pelle molto facilmente e non sono adatti per un uso troppo frequente.
    La guardia invece di essere dotata di una barra ha una sorta di pettine costituito da denti tra i quali la pelle va ad infilarsi permettendo alla lama di applicare una maggiore pressione.
  • Regolabili: in questi modelli grazie ad un perno posto alla fine del manico è possibile regolare di quanto far sporgere la lama, andando ad incidere sul livello di aggressività del rasoio.
    Sono abbastanza diffusi ma probabilmente adatti a chi ha già esperienza nel mondo dei rasoi di sicurezza: può infatti non essere semplice regolarlo nel modo più adatto.

L’immagine qui sotto può aiutarvi nel visualizzare le differenze fra le varie tipologie.

 

 

Questo è tutto quello che dovete sapere sulle varie tipologie. Ovviamente ci sono ancora eccezioni e altri modelli come ad esempio i quattro pezzi, ma non sono molto diffusi o utilizzati.

Per i principianti e per chi si è appena cominciato ad avvicinare a questa categoria consiglio di comprare un rasoio a 3 pezzi closed comb: sono i più semplici da utilizzare, mantenere e vi eviteranno una lunga serie di problemi.


Come scegliere le lamette da barba

Una volta scelto il rasoio di sicurezza migliore per le nostre necessità bisogna scegliere le lame da montarci. Questo è un altro capitolo a parte che ho discusso nel dettaglio in un altro articolo sul nostro sito. Ecco il link per chi vuole approfondire: lamette da barba. Vi consiglio di leggerlo in modo da scegliere quelle giuste dato che influiscono sul comportamento del rasoio in maniera radicale.

Possono infatti avere diversi gradi di aggressività ed affilatura e la combinazione giusta vi permette di ottenere una rasatura perfetta. Non solo, anche il tipo di pelle e barba sono due fattori che entrano in gioco nella scelta del prodotto giusto.

Il modo migliore resta comunque quello di provare diverse lamette per il rasoio di sicurezza che avete scelto, in modo da trovare quelle che preferite. A questo scopo esistono in commercio pacchi misti che contengono una selezione di diversi marchi.


Come si usa il rasoio di sicurezza

La prima cosa da fare ovviamente è quella di preparare la pelle a dovere così che il risultato sarà migliore e vi eviterete spiacevoli irritazioni.
Proprio a questo scopo utilizza una schiuma da barba, o il più vintage sapone e pennello, che personalmente preferisco dato che penetra in maniera migliore nella pelle.

Per un risultato ancora più soddisfacente prima del sapone potete anche utilizzare una crema pre rasatura soprattutto se avete una pelle sensibile e magari dopo aver fatto una bella doccia calda che aiuterà a dilatare i pori della pelle, esponendo ancora meglio i peli.

La presa del rasoio nel modo corretto è fondamentale: tenetelo utilizzando tre dita e solamente dal manico senza cercare di lasciare un dito libero per fare pressione sulla testa del rasoio, che con questa tipologia non serve.

In merito a quale altezza del manico scegliere si tratta di una questione di preferenza personale. La maggior parte delle persone che conosco lo afferra dal punto in cui si va a bilanciare sul dito in questo modo.

A questo punto vorrei fare chiaro un punto su cui spesso i novizi sbagliano. Quando utilizzate un rasoio di sicurezza non dovete applicare pressione o fare forza, ma semplicemente lasciare che il rasoio scorra sulla vostra pelle: è proprio questo lo scopo della loro pesantezza, come avrete potuto notare tenendone uno in mano.

Un’altra cosa a cui porre attenzione è l’angolo di rasatura che per ottenere il risultato migliore essere intorno ai 30° rispetto al vostro viso.
Il modo più semplice per trovarlo è quello di appoggiare il rasoio perpendicolarmente alla guancia e cominciare ad abbassarlo lentamente finchè non sentite la lama a contatto con la vostra pelle. Ho inserito un’altra immagine qui sotto che vi spiega visivamente il procedimento.

 

 

Perfetto, a questo punto siamo pronti per cominciare !

Iniziate sempre tagliando nel verso in cui i vostri peli crescono e non utilizzate mai un contropelo alla prima passata. Fate inoltre movimenti piccoli e dritti: non partite dalla guancia per arrivare alla base del collo, ma fermatevi ad esempio alla mandibola.

Sciacquate la lama spesso sotto l’acqua o munitevi di un’apposita ciotola.
La crescita della vostra barba sarà differente a seconda delle varie zone del viso, sarà quindi utile prima di cominciare capire in che verso cresce in ogni parte del volto per capire che movimenti effettuare.

In linea generale ci vorranno circa due o tre passate per risultati soddisfacenti, forse qualcuna di più all’inizio finchè non avrete preso la mano. Se volete tra una passata e l’altra potete riapplicare il sapone o la schiuma, specialmente se la vostra pelle è soggetta ad arrossamenti.

Le diverse tecniche di taglio che potete utilizzare sono le seguenti:

  • Pelo: ovvero nel verso di crescita della barba
  • Pelo angolato: in cui il pelo non viene tagliato ne nel verso in cui cresce ne al contrario, ma con un angolo ad esempio di 90°
  • Contropelo: nel verso contrario a quello di crescita

Per i principianti consiglio di utilizzare uno schema pelo, pelo angolato, mentre i più esperti potranno sperimentare con ad esempio pelo, angolo, angolo o anche pelo, angolo e contropelo.

Una volta fatto tutto risciacquate il viso con acqua tiepida ed applicate una crema dopobarba per tenere la pelle idratata.


Manutenzione

Per pulire il rasoio di sicurezza sarà sufficiente sciacquarlo sotto l’acqua calda per rimuovere i residui di sapone ed i peli incastrati. Quando cambiate la lama potete utilizzare uno spazzolino e del detergente per piatti per pulire il rasoio più a fondo. Quest’ultima non va cambiata dopo ogni utilizzo, ma quando notate che non ha più filo e comincia a strappare piuttosto che tagliare.
Tamponate poi con un asciugamano e lasciate completare l’asciugatura all’aria: in questo caso uno apposito stand si rivela utilissimo.


Per concludere

Trovare il miglior rasoio di sicurezza dipende ovviamente da molti fattori che includono il gusto personale, la tipologia di barba ed anche il livello di esperienza che si ha con questo stile di rasoi.

Se siete agli inizi il mio suggerimento è quello di iniziare con il Muhle R89 che è un prodotto davvero eccellente, o l’Edwin Jagger DE89 se avete un budget più basso. Una volta fatta la necessaria pratica potrete poi muovervi su un open comb se avete una barba spessa o un regolabile, scelta che preferisco in quanto permette di avere più libertà e scelta sulla rasatura.

Per domande, dubbi e consigli, potete lasciare un commento qui sotto e sarò felice di rispondervi.

Un pensiero riguardo “Miglior rasoio di sicurezza: quali sono e come sceglierlo

I commenti sono chiusi