Miglior rasoio a mano libera: guida all’acquisto (e top 5)

Il rasoio a mano libera, molto spesso chiamato anche rasoio da barbiere per via dell’uso frequente che questi ne fanno, rappresenta uno dei metodi di rasatura più classici che negli ultimi anni sta subendo una riscoperta da parte del pubblico.

Oltre ad avere il suo fascino ci sono anche dei vantaggi per utilizzarlo rispetto ad esempio ai più moderni rasoi elettrici: partiamo dal dire che permette di delineare contorni molto precisi, e data la lama completamente scoperta a contatto con la pelle, il pelo viene tagliato molto vicino alla radice, donando un effetto liscio non paragonabile ad altri metodi di rasatura. Certo ci vogliono diversi tentativi e tanti tagli per imparare a radersi alla perfezione, ma vi assicuro che ne vale la pena.

In secondo luogo sapere usare un rasoio a mano libera può farvi avere quei 20 minuti della giornata da dedicare a voi stessi, una sorta di rituale rilassante.

Qui sotto vi propongo una lista dei miei prodotti preferiti ed i motivi per cui li ho scelti dato che spesso in molti, specialmente quelli che si avvicinano per la prima volta a questa rasatura tradizionale, si chiedono quale sia il miglior rasoio a mano libera, o quale modello acquistare per iniziare.

Se avete invece intenzione di acquistare una shavette vi rimando a questo articolo dedicato interamente a questa tipologia di rasaoi.

Migliori rasoi a mano libera

Foto Modello Valutazione Link
Dovo 4.580
Boker King Cutter
A.P. Donovan 7/8
Goodfellas' Inferno
Shaving Factory Shavette

 

Dovo 4.580


Qualità
Costo
Valutazione

A mio avviso il miglior rasoio a mano libera con un prezzo sicuramente elevato rispetto agli altri prodotti ma altrettanto giustificato dalla qualità di rasatura ottenuta e dai materiali che sono stati utilizzati nella sua realizzazione: la Dovo (talvolta chiamata anche Dovo of Solingen per via della città dove il marchio è nato) è un’azienda tedesca molto affermata in questo settore che è stata coinvolta nella produzione di rasoi a mano libera dal 1906

La lama è fatta in acciaio al carbonio ed è molto maneggevole (⅝ in grandezza, quindi adatta anche a chi è nuovo in questo stile di rasatura), leggera e con un ottimo filo che le permette di scorrere sulla pelle senza fatica e senza causare irritazioni, mentre il manico è di ebano e dota questo rasoio di un ottimo bilanciamento a livello di peso, fondamentale per la precisione.

Se potete permettervelo ve ne consiglio l’acquisto dato che vi durerà nel tempo e vi garantirà una qualità di rasatura assolutamente fantastica con la dovuta cura e manutenzione: si tratta a tutti gli effetti di un investimento sotto questo punto di vista.

Pro

  • Miglior rasoio a mano libera
  • Lama di altissima qualità
  • Manico in legno
  • Qualità di costruzione/materiali
Contro

  • Prezzo relativamente alto


Boker King Cutter

 

boker king cutter

Qualità
Costo
Valutazione

Se Dovo è una della marche più affermate nella categoria dei rasoi a mano libera, Boker è il suo complemento e proviene addirittura dalla stessa città, ovvero Solingen.

Il Boker King Cutter è davvero ben costruito e la lama, da e contorni arrotondati, è fatta in acciaio al carbonio, che possiede ottime capacità di taglio ed un alta resistenza agli stress permettendo quindi a questo prodotto di essere molto duraturo. Essendo una lama di tipo hollow (ovvero un profilo molto sottile nella parte finale) il rasoio risulta molto comodo da utilizzare ed è ottimo anche per i principianti.

L’unico motivo per cui ho deciso di inserirlo al secondo posto in questa pagina è per il motivo che il manico è realizzato in plastica: anche se di ottima fattura questo materiale non riesce a controbilanciare perfettamente l’acciaio della lama.
Il rasoio viene spedito già affilato e pronto all’uso.

Pro

  • Lama in acciaio al carbonio
  • Pre-affilato
  • Ottima qualità complessiva
Contro

  • Manico in plastica
  • Relativamente costoso


AP Donovan 7/8 Professionista

Qualità
Costo
Valutazione

Anche qui troviamo un prodotto di ottima qualità trattandosi di quello che si può definire miglior rasoio a mano libera per qualità/prezzo.

La lama è più grande rispetto agli altri modelli elencati e richiede un pò di pratica prima di poter essere utilizzata senza troppo sforzo che sarà poi ripagato una volta che avrete imparato. E’ fatta di acciaio giapponese, noto per le sue proprietà di taglio e la durabilità di cui è dotato anche se sottoposto a forti stress essendo ben temperato, mentre il manico è invece in mogano. Il tutto arriva in una confezione fatta interamente di legno che permette di riporre il rasoio con cura dopo ogni utilizzo.

L’unica nota negativa che alcuni acquirenti hanno evidenziato è come talvolta la lama non sia affilata abbastanza cosi come viene spedita: in questo caso quindi una prima affilatura sarà necessaria fin da subito. Voglio evidenziare che si tratta però solo di alcuni casi isolati e che comunque con queste tipologie di rasoio le affilature vanno eseguite periodicamente in ogni caso, potete quindi cogliere l’occasione per imparare a farlo.

Pro

  • Migliore scelta per qualità/prezzo
  • Confezione in legno
  • Ottima costruzione
Contro

  • Lama molto grande, meno maneggevole rispetto agli altri


Goodfellas’ Inferno Shavette

Qualità
Costo
Valutazione

Questo rasoio esteticamente molto accattivante e ora disponibile anche in una colorazione completamente nera chiamata Abyss, fa per voi se siete alla ricerca di un prodotto di buona qualità senza dover spendere un patrimonio, sopratutto se siete agli inizi o avete solamente voglia di provare e sperimentare questo tipo di rasatura, trattandosi infatti di una shavette.

Anche le recensioni di altre persone che l’hanno acquistato sono molto positive e viene altamente consigliato ai novizi per via delle lame intercambiabili che permettono di evitare quindi il processo dell’affilatura che richiede tempo ed esperienza. Ha inoltre un peso molto bilanciato soprattutto se si considera il fatto che lama è completamente di acciaio mentre il corpo è in plastica lavorata antiscivolo per permettere una presa salda. La lama sporge solo di 1mm, un accorgimento che permette di evitare molti tagli involontari: si tratta di un ottimo rasoio a mano libera per principianti.

Pro

  • Ottimo per principianti
  • Design interessante ed unico
Contro

  • Nessuno


Shaving factory Shavette

Qualità
Costo
Valutazione

Se avete solo voglia di testare le acque in questo stile di rasatura e vedere se vi piace prima di affrontare una spesa più sostanziosa, questo è il prodotto che fa al caso vostro. Il costo è davvero contenuto e nella confezione trovate anche un pacco da 100 lame di ricambio che vi dureranno per mesi e mesi !

Ovviamente la qualità di costruzione non è il massimo, soprattutto se paragonata a quella degli altri prodotti presenti su questa pagina, ma a fronte del costo è comunque un affare.

Può anche rappresentare una buona scelta se vi serve un rasoio a mano libera solo per rifinire e ritoccare la vostra barba, come ad esempio gli stacchi sul collo o le basette.

Pro

  • Prezzo davvero irrisorio
  • Pacco da 10 lame di ricambio incluso
Contro

  • Qualità dei materiali
  • Molto leggero, si corre il rischio di fare pressione e tagliarsi


Come scegliere un rasoio a mano libera

Orientarsi nella scelta può essere difficile, vorrei quindi elencare alcune caratteristiche che saranno importanti nella scelta del rasoio a mano libera migliore per le vostre esigenze che non andrebbero trascurate.

Tipologie

  • Lama fissa: come avrete intuito le lame in questa tipologia sono fisse e non possono essere cambiate, vanno quindi affilate regolarmente con l’utilizzo di una pietra e di una coramella. Sono molto duraturi e hanno in genere dei design molto elaborati. Sono i più costosi, ma valgono in genere ogni centesimo del loro costo.
  • Shavette: vedete queste molto spesso dal vostro barbiere e differisce dal modello precedente per il fatto che è un rasoio a mano libera con lame intercambiabili. Si tratta di un prodotto ottimo per i principianti dato che sono spesso inferiori nella loro qualità.
  • Giapponesi: sono rasoi molto tradizionali e sono caratterizzati da lame di una forma specifica e dal fatto che non possono essere ripiegati su se stessi (almeno non i modelli costruiti secondo tradizione).

Differenza tra le lame

Le lame poi (parliamo di quelle fisse ovviamente e non delle shavette) possono essere di varie dimensioni, e vengono misurate in frazioni di pollici, ad esempio 5/8 significa appunto che la lama è grande 5/8 di un pollice: questa in particolare è una misura molto standard ed è adatta sia ai principianti che ai professionisti data la sua grande maneggevolezza. La dimensione della lama dipende dai gusti personali, anche se in linea generale più grandi sono più aggressiva diventa la rasatura discapito perè della maneggevolezza.

Anche le forme di cui le lame sono dotate possono essere diverse ma principalmente troviamo la lama dritta, da bariere e quella arrotondata. L’immagine qui sotto può aiutarvi a visualizzarle.


Le prime sono le più comuni e la loro forma squadrata permette di rifinire anche i punti più ostici e difficili da raggiungere come potrebbero ad esempio essere le basette. Considerato il loro design bisogna essere molto cauti nell’utilizzarli, in modo da evitare tagli anche profondi.

Le lame da barbiere sono meno comuni ed hanno una caratteristica punta concava: il loro scopo è quello di poggiarci il dito per effettuare piccoli movimenti ad altissima precisione, ma ha senso solo se state rasando qualcuno dato che non risulta essere un’operazione comoda da effettuare su se stessi.

Per concludere le lame arrotondate sono molto comuni e rispetto a quelle a punta quadra hanno gli angoli smussati che aiutano e proteggere il volto ed evitare che il rasoio si punti.

In addizione a ciò, voglio anche specificare che esistono altri due tipi di punte, conosciute come spagnola e francese, molto difficili però da reperire. Oltre a questo le lame possono anche differire per la loro curvatura ed la forma del loro profilo che può essere spesso o più sottile verso la parte finale (in inglese viene utilizzato in questo caso il termine hollow, ovvero concavo).

Materiali

I materiali di cui un rasoio a mano libera è fatto sono fondamentali sotto diversi punti di vista tra cui, ad esempio, la loro durata: quelli migliori hanno lame e perni costruiti in acciaio inossidabile che garantisce durabilità, un’ottima affilatura e di conseguenza rasatura, ed un ottimo bilanciamento che permette di manovrare il rasoio da barbiere molto più facilmente.

Per quanto riguarda i manici essi sono generalmente costruiti in legno per i modelli migliori mentre su quelli più economici troviamo in genere plastiche che possono variare per qualità.
Molto spesso sono arricchiti da elementi come zigrinature che permettono una presa salda anche con le mani bagnate.


Come affilare il rasoio a mano libera

Quando si parla dell’affilatura del rasoio a mano libera sono due gli accessori che vengono subito in mente: la coramella (o strop in inglese) e la pietra (chiamata anche honing stone).
Vediamo le differenze:

coramellaLa coramella è un accessorio fondamentale, ed idealmente il rasoio dovrebbe essere passato su di essa prima di ogni rasatura. In realtà non si tratta di una vera e propria affilatura: le coramelle sono infatti in genere costituite da cuoio o jeans ed il loro scopo è quello di mantenere il filo della lama andando ad eliminare quei microscopici solchi (invisibili ad occhio nudo) che si creano sulla lama durante l’uso e ne pregiudicano le capacità di taglio e scorrimento.
Possono essere di tre tipi:

  • A strappo, che hanno un anello ad una estremità per essere attaccate a qualcosa e una maniglia dall’altro per essere tenute in tensione
  • Da tavolo, dove il cuoio è incollato ad un supporto di legno
  • Regolabile, dove il supporto è provvisto di una manopola girevole che permette di regolare la tensione del cuoio

pietre per l'affilaturaLa pietra ad acqua serve invece ad affilare il vostro rasoio a mano libera quando non taglia più, ed è un’operazione che deve essere fatta solamente quando il filo è completamente andato, in genere ogni 2 o 3 mesi a seconda dell’utilizzo che se ne fa.
Le grane delle pietre possono variare, ma generalmente si riappiana il bevel (ovvero la lama del rasoio) con una grana grossolana tra i 1000 ed i 3000, per poi rifinire con una grana tra i 6000 e gli 8000.

Non è un operazione semplice da fare e richiede pratica: se il rasoio da barbiere che state usando è costoso è meglio farsi affiancare da qualcuno che sa come farlo, o per lo meno documentarsi a sufficienza prima di provare. Questo video molto completo è un buon punto di partenza.

Con il tempo e l’esperienza sarà più facile capire quando il rasoio a mano libera deve essere affilato ed evitare passate su pietra non necessarie che andrebbero solamente a rovinare la lama.


Manutenzione e cura

Per quanto riguarda la manutenzione del rasoio da barbiere, ci sono dei piccoli accorgimenti che aiuteranno a mantenerlo perfetto nel tempo. A parte l’affilatura e la passata sulla coramella di cui abbiamo parlato qui sopra, un accorgimento fondamentale è quello di pulire e sciacquare il rasoio dopo l’uso e lasciarlo asciugare prima di riporlo in una custodia, in modo da ridurre al minimo il rischio di ossidazione.

Un panno sintetico in micro fibra, o anche in pelle di camoscio può essere veramente d’aiuto in questo caso.
Molto dipende ovviamente anche dalla qualità dell’acciaio di cui la lama è costituita: quelli di migliore fattura sono meno soggetti ad usura ed ossidazione e sono più duraturi nel tempo.


Conclusione

Questo è tutto per quest’articolo e spero che ora la domanda quale rasoio a mano libera comprare abbia finalmente una risposta. I modelli elencati sopra sono stati scelti anche secondo un criterio di reperibilità, dato che ci sono molte altre marche e modelli da tenere in considerazione, potendo anche arrivare infine a prodotti realizzati a mano e quindi unici, ma dai costi estremamente elevati e adatti a chi ne fa davvero una passione o li colleziona.

Probabilmente anche nei barber shop più forniti della vostra città potrete trovare varie opzioni e farvi consigliare dal personale che ci lavora, soprattutto ora che quella della rasatura tradizionale sembra quasi essere diventata una moda.
Come al solito se avete consigli, dubbi, domande o miglioramenti da proporre, lasciate un commento qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.