Piastra per barba: come scegliere ed utilizzarne una

Alcuni di noi hanno una barba particolarmente arruffata e difficile da gestire. Per tenerla in ordine possiamo armarci di phon e spazzola, oppure accorciare i tempi grazie ad una piastra per barba.

Questa categoria di prodotti è piuttosto nuova sul mercato, ma ha acquistato subito popolarità grazie alla sua efficacia.
In queste righe vi mostro quali sono le migliori 3 da acquistare, come utilizzarne una e chi dovrebbe utilizzarla.

Chi può utilizzarla

La piastra per barba è indicata per tutti noi con la barba difficile da domare e che tende ad essere arricciata.

Con questo strumento possiamo infatti renderla più liscia e modellarla meglio verso la forma e lo stile desiderato senza troppi sforzi.
Funziona meglio sulle barbe di una certa lunghezza, ma è un accessorio che possiamo utilizzare già quando la barba ha raggiunto i 2-3cm circa.

A differenza delle piastre per capelli quelle per la barba sono più simili a delle spazzole liscianti, ed i peli non vengono schiacciati fra due piastre di metallo bollente. Questo significa che sono più delicate e non tendono a sfibrare la barba, a meno che non ne se faccia un utilizzo esagerato.
Più in fondo nell’articolo vi fornirò dei consigli per utilizzarne una al meglio.

Migliori piastre per barba

Ecco quindi un elenco di quelli che per me rappresentano i migliori modelli in grado di consentire di lisciare la barba in tutta sicurezza.

Foto Nome Descrizione Link
Vikicon La migliore
Fayleer Un buon rapporto fra qualità e prezzo
Anlan Economica e funzionale

Vikicon

piastra vikicon
Funzionalità
Costo
Valutazione

Questa è probabilmente la migliore piastra per barba in giro al momento e questo – è bene dirlo fin dall’inizio – si riflette sul prezzo, anche se non in modo esagerato.

La prima particolarità di questa piastra che la differenzia dalle altre è l’assenza di cavo, che può essere ingombrante quando si fa uso di questo tipo di accessorio. Funziona infatti tramite una batteria che può essere ricaricata in 3 ore circa tramite un cavetto usb.

Nella parte laterale troviamo 3 tasti, uno per l’accensione e due per alzare o abbassare la temperatura, che può essere impostata fino ad un massimo di 200° C la quale viene mostrata sul piccolo display lcd.

La parte che si riscalda – come per tutti questi prodotti – è la piastra in ceramica dove sono piantati i denti del pettine: questo rende praticamente impossibile scottarsi in quanto ci sarà sempre una certa distanza fra la pelle e la parte calda.
Un meccanismo di sicurezza spegne la piastra in automatico se non viene utilizzata per 30 minuti.

Pro

  • Funzionale e senza cavo
  • Temperatura regolabile

Contro

  • Nessuno da evidenziare

Fayleer

spazzola lisciante per barba fayleer
Funzionalità
Costo
Valutazione

Il design di questa spazzola lisciante per barba è molto ergonomico e le dimensioni sono davvero compatte. Al contrario del modello precedente questa sfrutta un cavo per l’alimentazione che può risultare un pò ingombrante durante l’utilizzo.

E’ presente un unico tasto che permette di accedere/spegnere e regolare la temperatura che va da un minimo di 100 ad un massimo di 180° e che può essere impostata ad intervalli di 20. Il settaggio scelto appare sul piccolo display luminoso.

Devo dire che anche questo modello funziona molto bene ed un particolare che mi piace parecchio è la capacità di raggiungere la temperatura ed essere pronto per l’utilizzo in un minuto o poco più: decisamente ottimo se si va di fretta !

Pro

  • Ottimo rapporto fra qualità e prezzo

Contro

  • Il cavo può dar fastidio nell’utilizzo

Anlan

piastra per barba anlan
Funzionalità
Costo
Valutazione

Fra i modelli trattati in questo articolo, questa piastra è quella più accessibile in termini ci prezzo, senza però fare troppe rinunce per quanto riguarda funzionalità ed efficacia.

In questo caso però le temperature selezionabili sono solamente due:

  • 180° per le barbe normali
  • 200° per i pelli più ricci e difficili da lisciare

La selezione viene effettuata tramite il tasto di accensione che può essere spostato in due diverse posizioni.

I denti presenti su questo pettine lisciante sono molto differenti da quelli che troviamo sugli altri modelli e sono di due diverse tipologie: quelli in gomma che servono a districare ed altri di colore oro realizzati in ceramica che lisciano e si scaldano -in modo non eccessivo, a contatto con la pelle sono caldi ma non scottano.

Anche questo come il modello precedente si alimenta tramite cavo, ma quest’ultimo è girevole e di conseguenza molto meno fastidioso durante l’utilizzo.

Devo dire che nel complesso si tratta di un prodotto eccellente, e l’unica pecca è forse proprio data dalla possibilità di selezionare solamente due diverse temperature.

Pro

  • Funziona molto bene
  • Cavo girevole
  • Prezzo

Contro

  • Poca flessibilità sulla temperatura

Come utilizzare la piastra per barba

Ora che abbiamo scelto una piastra per barba non ci resta che vedere come utilizzarla.

Per prima cosa ci tengo a precisare che il momento migliore per usarla è dopo averla lavata ed asciugata – preferibilmente all’aria.
A questo punto possiamo scaldare la piastra e passarla nella nostra barba.

Fondamentale è la velocità delle passate: se sono troppo rapide non si otterrà l’effetto lisciante, mentre se troppo lente si rischia di bruciare e danneggiare la barba.
È poi importante affondare la spazzola nella nostra barba, in modo che i denti vadano leggermente a contatto con la nostra pelle.

Per quanto riguarda la temperatura il settaggio ideale dipende dalla nostra barba: più è ribelle e riccia e più la temperatura dovrà essere elevata per disciplinarla.
Il mio consiglio è quello di partire da una temperatura di 140/160°, vedere se funziona ed in caso di esito negativo passare ad una temperatura più elevata, finché non si trova quella più adatta.

La piastra danneggia la barba ?

Purtroppo la risposta è si.

Utilizzare la piastra porterà sempre un minimo di danno ai peli della nostra barba. Proprio per questo motivo meglio non utilizzarla tutti i giorni e ricordatevi di applicare un olio o un balsamo dopo averla utilizzata per idratare a fondo la barba.

Per concludere

Bene, ora avete visto come utilizzare e scegliere una piastra per la barba.

Chiaramente avere una barba riccia o ribelle non è assolutamente un difetto, e la scelta di lisciarla o meno è solamente una questione di gusto personale !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *