Philips OneBlade: recensione e differenze tra i modelli

Il Philips OneBlade è stato introdotto recentemente nel mercato ed ha fatto un boom di vendite in tutto il mondo grazie alle sue caratteristiche innovative. Trattandosi di un accessorio da barba, ovviamente sono andato ad investigare e l’ho provato.

Qualità Prezzo Valutazione
Pro
  • Versatilità
  • Costo
  • Testina rimpiazzabile
  • Utilizzabile sia in wet che dry
Contro
  • Tempo di ricarica della batteria

Cos’è il Philips One Blade e come funziona

Si tratta di un accessorio che permette di radere, regolare a diverse lunghezze e rifinire/profilare la vostra barba.
Secondo la Philips questo rasoio, se così è possibile chiamarlo, è stato pensato per le necessità dell’uomo moderno, un’affermazione piuttosto azzeccata data la diffusione dei più svariati stili da barba avvenuta negli ultimi anni.
Può inoltre far risparmiare soldi dato che elimina bisogno di comprare un rasoio elettrico, un regolabarba e varie lamette separatamente.

Principalmente è quindi pensato per chi porta la barba corta o di media lunghezza ed ha bisogno di regolarla e rifinirla spesso, ma eccelle anche nel radere completamente e grazie al modo in cui è realizzata la testina riesce praticamente ad evitare qualsiasi tipo di irritazione, diventando quindi anche un’ottima scelta per chi ha una pelle particolarmente sensibile ed ha problemi a radersi con le lamette o i rasoi elettrici tradizionali. Può inoltre essere usato sia in wet (quindi con creme e schiume) che in dry (come molti dei rasoi elettrici).

Caratteristiche del Philips One Blade

Contenuto della scatola e design

Nella confezione troverete rispettivamente il Philips OneBlade con una testina già montata, una testina di ricambio, 3 pettini per regolare la barba (alle lunghezze di 1, 3 e 5 millimetri) ed il caricatore. Esistono anche altre versioni con differenti accessori e caratteristiche, ma ne parlerò più sotto.

Il design salta subito all’occhio, merito (o colpa) anche del verde sgargiante di cui è dipinto, e nonostante il peso di oltre 300g, risulta molto facile da utilizzare e manovrare, merito della forma allungata e del manico ergonomico che è rivestito in gomma. Questo dovrebbe garantire una presa salda, ma per qualche motivo non è così: se lo utilizzate con le mani bagnate tende a rimanere comunque un pò scivoloso, il che non è comunque un gran problema. E’ inoltre impermeabile, nessun problema quindi ad essere sciacquato sotto il rubinetto o essere utilizzato sotto la doccia.

Batteria

La batteria credo sia la pecca più grande del Philips OneBlade: nonostante ha una durata di 45 minuti impiega ben 8 ore per una ricarica completa nella versione base, e non potete utilizzare il rasoio mentre è collegato alla presa.
Se lo utilizzare solo per radervi la mattina una ricarica dovrebbe comunque bastare per circa 4-5 giorni senza problemi.

Rasatura

Credo sia molto interessante che in un mondo dove i produttori sembrano fare a gara a chi riesca a mette più lame in un rasoio, con questo modello la Philips ha deciso di andare controcorrente inserendone una sola.

La lama è contenuta nella testina, che può essere espulsa per essere rimpiazzata premendo il bottone verde presente al di sotto, e sporge da entrambi i lati, permettendo quindi di rasare in entrambi i sensi e rifinire da ogni angolo, velocizzando di molto il tutto. Secondo i dettagli rilasciati dal produttore la lama può durare fino a 4 mesi, ovviamente a seconda dell’utilizzo che se ne fa.
Come ho introdotto prima, la cosa sorprendete di questo rasoio è come riesca a radere molto vicino alla pelle senza però irritarla anche andando contropelo: questo è possibile, come si vede nella foto, grazie alle due griglie che agiscono da protezione, inoltre la testina è mobile e segue il profilo del viso molto bene.

testina philips oneblade

Se volete invece semplicemente accorciare e regolare la vostra barba senza raderla del tutti vi basterà montare uno dei pettini in dotazione sul vostro Philips OneBlade.
Quello che mi piace è il fatto di essere perfetto per rasature al volo, piccole rifiniture o anche pulire i peli sul collo al volo tutti i giorni, senza dover tirare fuori il resto dell’arsenale come rasoi a mano libera & co.

Philips OneBlade PRO

philips one blade proEsiste anche un’altra versione di questo rasoio chiamata Philips OneBlade Pro dal costo molto più elevato e che inserisco per completezza dell’articolo. Questo modello è identico all’altro per quanto riguarda le caratteristiche, ma ha una batteria più grande che permette una carica che dura tra i 60 (modello QP6510/25)  e i 90 minuti (modello QP6520/25) e la modalità ricarica rapida che riempie la batteria in una sola ora. E’ inoltre dotato di indicatori di carica, un accessorio che permette di regolare la barba a svariate lunghezze e uno stand di ricarica (solo per il QP6520/25).
La tabella qui sotto vi aiuterà a visualizzare meglio il tutto.

Differenze tra i modelli di Philips OneBlade

Per aiutarvi a capire le differenze tra le varie versioni (io ci ho messo un pò, dato quante ne sono) potete usare la tabella riepilogativa qui sotto e scegliere quello che preferite.

QP2520/30 QP2530/30 QP6510/30 QP6520/30
OneBlade, 2 testine, 3 pettini (1, 3, 5 millimetri), caricatore OneBlade, 2 testine, 4 pettini (1, 2, 3, 5 millimetri), caricatore OneBlade, 1 testina, pettine regolabile a 12 lunghezze (da 0.5 a 9 millimetri), caricatore OneBlade, 1 testina, pettine regolabile a 14 lunghezze (da 0.4 a 10 millimetri), base di ricarica, caricatore, custodia da viaggio
45 minuti / 8 ore di ricarica 60 minuti / 4 ore di ricarica 60 minuti / 1 ora di ricarica 90 minuti / 1 ora di ricarica
Indicatore di ricarica Indicatore di ricarica ed indicatore di batteria carica/scarica Indicatore di carica a 3 Led Display digitale

Se volete risparmiare ancora di più esiste anche un pacchetto molto base chiamato QP2520/25 che non comprende una seconda testina ed ha un costo leggermente inferiore: personalmente credo sia meglio acquistarlo già dotato di una testina di ricambio. Non sono riuscito a trovarlo online se non sul sito della Philips stesso.

Per concludere

Vorrei terminare questa recensione del Philips OneBlade consigliandolo a chi ha bisogno di rasature o piccoli ritocchi veloci tutti i giorni, mentre lo sconsiglio ha chi ha la barba molto lunga ed utilizza stili più complessi (come ad esempio i baffi a manubrio, in questo caso meglio gli strumenti più “tradizionali”) o preferisce farsi la barba con calma come un vero e proprio rito.

Se avete opinioni, domande o altro non esitate a lasciare un commento qui sotto !

 

Commenti

commenti