Parker 65R: recensione di un “peso massimo”

Il Parker 65R è un rasoio di sicurezza che ben si fa notare in quanto ad estetica: ci sono voluti pochi secondi prima di decidere di acquistarlo e provarlo.

Dopotutto anche se avesse deluso le aspettative avrei sempre potuto utilizzarlo come oggetto d’arredo, tanta la cura che il produttore ha messo dietro il look di questo rasoio.

Dopo alcune ricerche mi sono così diretto su TrendHim che ha un ottimo assortimento e spedisce in tempi rapidi. L’ho così ordinato, per vedere se anche la sua capacità di rasatura fosse all’altezza dell’ottimo design.

Caratteristiche ed estetica

Come avrete intuito già dall’introduzione, l’estetica del Parker 65R è unica, data dal colore antracite del manico sul quale sono presenti degli intarsi dorati.

La finitura è davvero ben fatta, e prendendolo in mano si nota immediatamente la sua ottima qualità di costruzione: è facile intuire come la Parker sia in questo business da anni.
Purtroppo le foto – anche quelle presenti sul sito ufficiale – non rendono giustizia al suo fascino.

Questo rasoio di sicurezza è un 3 pezzi che ha il vantaggio di semplificare notevolmente le operazioni di pulizia e manutenzione, dando così la possibilità a questi oggetti di durare una vita. Non a caso il 3 pezzi è molto più popolare del 2 o quelli con apertura a farfalla.

Questo modello in particolare misura poco più di 11cm, ma quello che davvero colpisce è il peso, decisamente maggiore rispetto al altri modelli facenti parte di questa categoria di rasoi.
Esso si attesta infatti sui 90g, che risultano però ben bilanciati e donano la sensazione di tenere in mano un qualcosa di qualità.

Nonostante il peso elevato il rasoio è agile e può essere manovrato con agilità durante la rasatura.

Come rade

Uno dei problemi principali dei rasoi di sicurezza a 3 pezzi è generalmente l’allineamento della lametta all’interno dell’apposito supporto.
Con il Parker 65R tuttavia non ci sono particolari difficoltà e la lama risulta sempre perfettamente allineata e pronta a sbarazzarsi della barba in eccesso.

Prima di passare ai dettagli della rasatura vorrei sottolineare come questo modello sia un closed comb: questo significa che ha una barra dritta sotto la lama, la quale ha la funzione di tendere la pelle prima che i peli vengano tagliati.
Questo serve a ridurre le irritazioni e fa si che il rasoio non sia troppo aggressivo, come può invece avvenire per i modelli open comb.

Una volta inserita la lametta di vostra scelta – che nel mio caso sono state le Astra Superior Platinum e le Feather – il rasoio, grazie al suo peso elevato, scorre con facilità e rade praticamente da solo rendendo assolutamente inutile qualsiasi pressione.

Questo lo rende ottimo anche per chi ha una barba particolarmente folta.
Allo stesso tempo la sua pesantezza lo rende però più aggressivo di un regolare rasoio closed comb: su una scala da uno a dieci, direi che il Parker 65R oscilla tra un 7 ed un 8.

Chi ha poca esperienza con i rasoi di sicurezza potrebbe metterci un pò a prendere la mano, ma se siete dei veterani non avrete nessun problema.
Anche sul come rade, questo rasoio è decisamente promosso, superando tutte le aspettative.

Per concludere

Sia che siate novizi o assidui collezionisti di rasoi, il Parker 65R è un ottimo modello da avere nel proprio arsenale che indubbiamente salterà all’occhio di qualsiasi appassionato.

Anche il costo, che si aggira sulle 30€ contribuisce a renderlo un’ottima scelta, soprattutto paragonato ad altri modelli di fascia più alta la cui qualità di costruzione difficilmente riesce a competere con questa.