Olio da barba: a cosa serve, come si usa e quale scegliere

Siamo nel pieno della fase di crescita della barba e dobbiamo prendercene cura in modo adeguato. Questo richiede dei prodotti specifici come cere, shampoo ed oli da barba.

Questi prodotti non sono tutti uguali, hanno proprietà e caratteristiche diverse che si adattano al tipo di barba ed ai gusti personali. Oggi andiamo a vedere nello specifico l’olio per barba, fondamentale prodotto per nutrire, idratare e tenere la barba sempre in salute ed evitare fastidiosi pruriti (per non parlare della forfora), andando ad idratare e lenire anche la pelle sottostante. Dona inoltra un look più ordinato e se vogliamo “domato” rendendo anche più facili le operazioni di styling.

Direi che si tratta sicuramente del prodotto più importante da avere nel vostro arsenale e che non dovrebbe mai mancare fin dalle prime fasi di crescita.


Come scegliere l’olio da barba

Scegliere un olio da barba è un’operazione con una forte componente soggettiva. Spesso infatti una delle discriminanti principali è il profumo che tuttavia non dovrebbe essere la nostra prima preoccupazione: stiamo parlando di un prodotto che è molto importante per la nostra barba e basarsi solo sull’odore che emana, che è certo la caratteristica che più salta all’occhio (o sarebbe meglio dire al naso), può far correre il rischio di acquistarne uno di scarsa qualità o magari pieno di ingredienti artificiali.

Un buon olio deve innanzitutto nutrire il pelo, ammorbidirlo e tenerlo in salute. Per poter svolgere questa importante funzione, idealmente deve agire in profondità, avere ingrediente naturali ed essere quindi ricco di minerali e vitamine, soprattutto vitamina E, uno dei più potenti antiossidanti naturali e nostro prezioso alleato nella crescita della barba.

Un altro importante fattore su cui basare la nostra scelta è il tempo in cui questo viene assorbito: un prodotto buono infatti non deve lasciare né la barba né la pelle unte e si deve assorbire in breve tempo, lasciando solo un delicato profumo. Se il viso rimane unto i casi sono due: o ne avete usato troppo, oppure avete acquistato un prodotto dalla qualità dubbia. Per non correre rischi, soprattutto se vi apprestate a comprarlo per la prima volta, vi elenco i miei tre prodotti preferiti con cui andare sul sicuro, facili da reperire, dall’ottimo profumo e soprattutto di ottima qualità a livello nutritivo.

Il miglior olio da barba

Come accennato in precedenza non tutte le barbe sono uguali e non esiste un prodotto universale che andrà bene per tutti. Qui sotto trovate una lista tra quelli che attualmente preferisco e scegliere quello che si adatta di più a voi.

Foto Prodotto Valutazione Link
Sir Beardalot
OBH
Modern Day Duke
Proraso

Sir Beardalot

Qualità
Costo
Valutazione

Indubbiamente il migliore olio da barba naturale. Contiene infatti oli di origine completamente naturale, tra cui quello di cocco e di semi d’uva e arricchito di vitamina E, è perfetto per nutrire a fondo ed ammorbidire la barba. Bastano veramente pochissime gocce (il produttore ne consiglia 3, ma dipende molto dalla lunghezza dei peli) per dare alla barba un aspetto sano e curato.

Il profumo dell’olio, soprattutto nella versione smooth wood, legno avvolgente, è molto maschile ma tende ad ammorbidirsi fino a svanire in poche ore. L’unico lato negativo che troviamo in questo olio è il prezzo, di circa 30 euro a boccetta, ma ricordate che se ne usa pochissimo ed inoltre ci sono online delle ottime offerte ed è possibile trovare questo prodotto anche a metà prezzo.


OBH

olio da barba obh

Qualità
Costo
Valutazione

L’olio per barba OBH è un prodotto relativamente nuovo sul mercato ed è prodotto in Francia. Anche questo è un prodotto completamente naturale tra i cui ingredienti figurano l’olio di Argan, Macadamia e vinaccioli. Grazie a questa composizione oltre ad ammorbidire la barba riesce anche ad idratare molto bene la pelle sottostante. Personalmente credo sia però un prodotto adatto principalmente a barbe corte o di media lunghezza . Questo data la sua tendenza ad essere assorbito molto velocemente ed essere poco “unto”, il che può rendere difficile distribuirlo su barba molto lunghe.

Molto interessante il profumo che si differenzia per essere molto delicato ed tendente agli agrumi invece dei soliti profumi legnosi. Tuttavia è una fragranza molto leggere e che scompare poche ore dopo l’applicazione. Nel complesso un ottimo prodotto, caratterizzato anche da un ottimo rapporto qualità/prezzo.


Modern Day Duke

olio da barba modern day duke

Qualità
Costo
Valutazione

Prodotto in Inghilterra quest’olio da barba è un buon prodotto caratterizzato da un costo davvero molto contenuto. La boccetta è infatti da ben 100ml, contro i 30 o 50 a cui gli oli sono generalmente commercializzati.
Nonostante questo la composizione è naturale e gli ingredienti solo solamente quattro: olio di mandorle, argan, cedro e lime. Come avrete intuito il cedro è la fragranza predominante, con leggera tendenza al limone.

E’ molto viscoso e ne bastano davvero pochissime gocce per avere l’effetto desiderato. Proprio per questo motivo è molto importante versarlo sulle mani e riscaldarlo strofinandole in modo da poterlo applicare uniformemente. La fragranza tende a svanire molto velocemente.


Proraso

Qualità
Costo
Valutazione

L’olio per la cura della barba dell’italiana Proraso, parte della serie wood & spice, è un altro validissimo prodotto. L’ottima formulazione non è del tutto naturale ma include comunque ingredienti molto pregiati come l’olio di macadamia e di avocado, fonte della preziosissima vitamina E.

Anche di quest’olio bastano poche gocce da distribuire su tutta la lunghezza e l’assorbimento di questo prodotto è molto rapido. Anche la profumazione di Proraso è molto delicata e tende a svanire nel giro di un’ora o due. Si tratta dell’olio più economico tra quelli da noi proposti, visto che gira intorno ai 15 euro o anche di meno.


Quando e come usare l’olio da barba

Partiamo dal dire che il momento migliore per applicare l’olio per barba è dopo la doccia. In questo modo la barba sarà pulita, ma è bene fare attenzione ad asciugarla completamente, altrimenti l’acqua impedirà a parte dell’olio di essere assorbito a dovere.

A questo punto versate poche gocce d’olio sulle mani (generalmente tra le 2 e le 5 a seconda della lunghezza e del prodotto) e strofinatele in modo da riscaldarlo e renderlo meno viscoso. Assicuratevi anche di distribuirlo in maniera uniforme su tutto il palmo della mano e le punte delle dita.

come applicare l'olio da barba 2
come applicare l'olio da barba

Passate quindi le mani sulla barba in ogni zona e per tutta la sua lunghezza, facendo attenzione a passare le dita tra i peli ed andando anche a toccare la pelle. Per completare il tutto prendete la vostra spazzola e date una bella passata: questo farà sì che l’olio per barba venga distribuito perfettamente in ogni punto.


Per concludere

Come già detto in precedenza anche se non sono economici si tratta di un prodotto necessario alla cura della vostra barba. Dato che se ne usano poche gocce per volta il costo è però un problema relativo, dal momento che dura veramente tantissimo e quindi la spesa si riesce ad ammortizzare più che bene nel tempo. La vostra barba vi ringrazierà sicuramente se punterete sulla qualità, che deve essere il fattore primo in base al quale scegliere un olio da barba.

Una volta che ci siamo garantiti qualità, resta da scegliere il profumo che dovrebbe essere abbinato a quello del balsamo e della cera e che è un fattore del tutto legato ai gusti personali. Nulla vieta con calma di acquistare due o tre oli con profumi diversi da usare a seconda dell’occasione.

Un pensiero riguardo “Olio da barba: a cosa serve, come si usa e quale scegliere

I commenti sono chiusi