Barba a chiazze: perchè non cresce in alcuni punti e come rimediare

Il fenomeno della barba a chiazze, per cui non cresce in alcuni punti, è molto più diffuso di quanto si pensi.

Spesso e volentieri questo piccolo problema ferma molte persone dal farsi crescere una lunga e folta barba per paura che possa avere un brutto aspetto.
In realtà nella maggior parte dei casi si può porre rimedio seguendo dei semplici consigli.

Al tempo stesso è però fondamentale fare una considerazione: il quanto la nostra barba sia folta dipende dalla genetica, e per farci un’idea basta dare un’occhiata ai membri della nostra famiglia e alla loro barba.
Non sempre questo è vero, ma nella maggior parte dei casi si tratta di una buona linea guida !

Nelle prossime righe vi spiego quali sono alcune possibili cause di una barba a chiazze e cosa fare per rimediare.

A proposito, non esistono prodotti miracolosi che facciano crescere la barba: diffidate da chi prova a venderveli !

Cause della barba a chiazze

Come detto prima le cause possono essere diverse e non dovrebbe essere difficile identificare quella che ci appartiene. La maggior parte delle volte comunque è perfettamente normale avere la barba più folta in alcuni punti e meno in altri e non c’è bisogno di preoccuparsi.

Fra quelli che sono invece i possibili problemi troviamo:

  • Genetica: come anticipato prima la genetica gioca un ruolo importante in questo fenomeno. Purtroppo se le chiazze sono particolarmente evidenti ed anche vostro padre o i vostri nonni hanno lo stesso problema, le soluzioni sono poche e piuttosto “invasive” – le vedremo più sotto.
  • Età: molte persone si lamentano la loro barba senza però rendersi conto che essa può continuare il suo sviluppo fino al raggiungimento dei 25 anni ! Ne avete meno ? Allora datevi tempo !
  • Alopecia: si tratta di una malattia praticamente identica a quella che può colpire i nostri capelli. Quella della barba però tende di solito a scomparire da sola nel giro di qualche mese. Essa può però ripresentarsi, ed è bene dunque capire perché con il proprio medico.
  • Altri problemi: in questa categoria possono rientrare diverse cause, come ad esempio la presenza di malattie come la dermatite, lo stress o la mancanza di alcune vitamine e minerali nella propria dieta.

Bene, ora che abbiamo visto quali sono le possibili cause cerchiamo di capire come porre rimedio !

Rimedi e soluzioni

uomo con barba medio lunga

Falla crescere

Questa potrebbe sembrare una soluzione scontata, ma vi assicuro che molte volte non ci si rende conto che la barba cresce in modo non omogeneo a diversi ritmi nella varie zone del viso.

Ciò significa che ad esempio la crescita della barba sul mento potrebbe essere più veloce di quella sulle guance e questo potrebbe portare a pensare di avere un buco in quella zona che invece ha solo bisogno di più tempo.

Proprio per questo motivo in molti fanno crescere la loro barba per una paio di settimane e poi non soddisfatti tendono a sbarazzarsene subito, molto spesso anche con l’insorgere in contemporanea di inconvenienti come il prurito, che può essere invece tenuto a bada molto facilmente.

Bisogna aspettare almeno un mese per far si che la barba cresca in tutti i punti e solo in quel momento potremmo veramente dire di avere un buco.
Ed anche nel causo in cui avessimo delle leggere chiazze meno folte, la barba lunga sarà la maggior parte delle volte in grado di coprirle senza problemi !

Fai sport e mangia sano

La crescita dei peli, inclusa la barba, è regolata dal nostro sistema ormonale ed in particolare dal testosterone.
Di solito infatti chi ha livelli piuttosto elevati di questo ormone tende ad essere più peloso ed avere una barba più folta.

Per stimolarne la produzione di testosterone bisogna mangiare prima di tutto in maniera equilibrata ed in secondo luogo fare sport regolarmente – no, fare le scale per andare a fare la spesa non conta come attività fisica regolare !

Se volete approfondire vi consiglio di leggere l’articolo che parla dei migliori cibi per la salute della barba.

Prenditene cura

Una barba curata è una barba sana !

Se state iniziando a farla crescere e volete assicurarvi che lo faccia nel modo migliore andando a coprire quelle fastidiose chiazze, iniziate ad acquistare dei prodotti specifici, primi fra tutto un apposito shampoo ed un olio.

Anche una spazzola può essere utile, e passarla regolarmente sulla barba può aiutare a stimolarne leggermente la crescita, oltre che direzionarla andando quindi a coprire eventuali piccoli buchi.

Anche qui vi propongo un articolo di approfondimento sul sito che vi guida sul come far crescere la barba.

Parla con un medico

Se credi che il problema sia più complicato, è venuto tutto d’un tratto o che i consigli qui sopra non ti portano beneficio potresti pensare di parlare con un medico, nello specifico un dermatologo o un tricologo.

Se la causa è infatti una malattia – come la dermatite – sbarazzarsene può risolvere il problema della barba a chiazze.

Esistono poi un’altra serie di trattamenti un pò più invasivi che possono però dare risultati nei casi più fastidiosi.
In particolare:

  • Minoxidil: si tratta di un farmaco utilizzato per le calvizie, ma che si è rivelato particolarmente efficace anche sulla barba
  • Trapianto: questa è probabilmente l’ultima spiaggia, oltre ad essere molto costoso

Consiglio bonus: accettala

Immagine presa da wikipedia

Chi ha detto che una barba a chiazze è brutta ? Dopotutto si tratta di una caratteristica personale che può essere sfoggiata con stile, l’importante è scegliere il taglio giusto in base alle proprie possibilità.

Potete ad esempi provare il famoso 5 o’ clock shadow, che consiste in una barba molto corta e ribelle così chiamato perchè è l’effetto riscrescita serale che si ottiene quando ci si rade la mattina, reso popolare da diverse celebrità come ad esempio George Clooney.

Anche Keanu Reeves ha la barba a chiazze, ma questo non lo fa demordere dal farla crescere, e come si vede dalla foto, ha un certo stile !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *