Barba: 5 stili di celebrità da cui prendere spunto

Di barbe se ne vedono di tutti i tipi e colori (quasi letteralmente) ma spesso è difficile scegliere uno stile adatto a noi che non sia noioso e diverso dal solito. Del resto, è ormai un decennio che il fenomeno della barba ha preso piede, contagiando persone comuni, personaggi del mondo della moda e dello sport, celebrità di ogni parte del globo. Ecco i 5 stili di barba delle celebrity dai quali trarre spunto per scegliere quello più adatto alla nostra personalità!


Classica

È la barba di Ernest Hemingway. È folta e ben proporzionata, ideale se si desidera dare un’immagine classica di sé, di un uomo che sa quello che vuole, un gentleman di altri tempi. È perfetta per ogni tipo di viso, l’importante è che si abbia una crescita regolare e non a chiazze, per rendere perfetto il look. Tra le celebrity che oggi la portano con stile ci sono George Clooney e Michael Fassbender.


Van Dyke 2.0

È la barba del cattivo dei film, con l’aggiunta dei baffi imperial arrotolati alla Salvador Dalì. È una barba adatta ad un tipo di viso rotondo o triangolare, che una star come Johnny Depp porta con charme e con un pizzico di follia. Essendo una barba particolare, però, è da scegliere solo se si vive da hipster convinti.


Barba vecchio West

Lo storico attore Jeff Bridges ne ha fatto un marchio di mascolinità da decadi ormai, così come l’evergreen Mel Gibson. È la barba curata quanto basta, con una prominenza nella chioma nella parte centrale. È adatta se si ha un viso tondo e si vuole allungarlo in maniera proporzionata ed efficace. È tornata di moda grazie a Leonardo Di Caprio nel film “The Revenant”.


Baffi prominenti vs. Barba prominente.

Anche la barba a volte crea problemi di scapigliatura, generando fazioni contrapposte: gli amanti dei baffi prominenti rispetto al pizzetto, come gli attori Gael Garcia Bernal e Will Smith insegnano, oppure la barba prominente rispetto al resto, come fa in maniera convincente il caleidoscopico Jared Leto.


Hugh Jackman vs. Hugh Jackman

L’attore australiano è solito a diversi capovolgimenti di stile, scegliendo differenti tipologie di barba a seconda del film o del suo gusto del momento.  Jackman è famoso, però, per due precisi stili di barba, completamente opposti tra loro. Il primo, predilige una barba folta nel centro con una sfumatura molto curata ai lati, che anche star del calibro Jamie Dornan hanno scelto (a proposito di Sfumature, appunto). Il secondo, invece, è il famosissimo stile Wolverine, che ha preso piede soprattutto dopo l’uscita della serie di film dedicata al personaggio Marvel. Quest’ultimo è caratterizzato da una barba con basettoni folti, che sono più pronunciati rispetto al resto della peluria facciale (che va curata con molto zelo).


Stile Bonus

Un ultimo tip, la tipologia di barba più in voga del momento: il modello “bandholz”. È la barba degli hipster 2017-2018, che sta bene a qualsiasi tipo di viso se però il pelo cresce in maniera folta e regolare. È pronunciata in ogni angolo del viso, compresi i baffi, che quasi coprono le labbra. È la barba da curare di più, da detergere e massaggiare con cura con prodotti specifici.

E se non sai da dove iniziare niente paura! Ecco una pratica guida da cui partire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.